in

La gaffe del sindaco di Gualdo Cattaneo, no alla cittadinanza onoraria a Liliana Segre: “Sono convintamente antisemita”

Sindaco Gualdo Cattaneo antisemita? Enrico Valentini, primo cittadino di un piccolo borgo in provincia di Perugia non vuole concedere la cittadinanza onoraria a Liliana Segre. Tre minuti e 22 secondi per spiegare il suo no in un video. Lo scorso 16 aprile 2021 ha tentato di giustificare la sua scelta al consiglio comunale. Durante la registrazione ha detto più volte di essere “convintamente antisemita”. In realtà lui voleva sottolineare che il suo no alla cittadinanza onoraria da concedere a Liliana Segre non fosse figlio di un’ideologia politica. Esattamente il contrario di quello che ha detto.

sindaco Gualdo Cattaneo antisemita

Sindaco Gualdo Cattaneo antisemita: il no alla cittadinanza onoraria di Liliana Segre

Il video risale al 16 aprile scorso, quando Enrico Valentini ha deciso di spiegare perché Liliana Segre non merita la cittadinanza onoraria. Nel farlo, però, prima ha detto che “Gualdo Cattaneo è una città antisemita”. Poi ha ripetuto più volte: “Io sono convintamente antisemita”. Il sindaco ha reiterato la frase, nello spiegare come la senatrice a vita sopravvissuta all’Olocausto non avesse legami con Gualdo Cattaneo e quindi mancasse dei requisiti per ricevere l’onorificenza.

E per chiarire che il pregiudizio politico non c’entra, Valentini precisa che lo stesso sarebbe valso se al posto di Liliana Segre la stessa proposta fosse stata avanzata per Norma Cossetto, giovane istriana uccisa e gettata nelle foibe, perché anche lei “non è collegata al territorio”. Secondo Enrico Valentini quindi Liliana Segre non può ricevere la cittadinanza onoraria perché non conosce quel piccolo borgo in provincia di Perugia.

ARTICOLO | Variante indiana è pericolosa? Francesco Vaia (Spallanzani) frena gli allarmismi e incoraggia le riaperture

ARTICOLO | Tragedia sul monte Meron durante un evento religioso: almeno 44 morti e oltre 100 feriti

sindaco Gualdo Cattaneo antisemita

Sindaco Gualdo Cattaneo antisemita: il primo cittadino chiede scusa

Alla fine, però, qualcuno gli fa notare che forse il suo pensiero non sia stato espresso correttamente. Il suo discorso ha generato un imbarazzo collettivo e Valentini alla fine del video ha chiesto scusa per il fraintendimento. “È stato un lapsus contrario”, “dell’accezione contraria”. “Mi scuso se è stato interpretato male, è esattamente l’opposto”. Insomma, il prefisso “anti” davanti alla parola “semita” ha mandato in confusione il sindaco di Gualdo Cattaneo. Lo stesso che voleva invitare l’attrice e cantante Jennifer Lopez nella sua città per dare lustro a quel borgo umbro. Ma che non vuole che Liliana Segre sia cittadina onoraria.>>Tutte le notizie

variante indiana pericolosa

Variante indiana è pericolosa? Francesco Vaia (Spallanzani) frena gli allarmismi e incoraggia le riaperture

draghi stipendio

La maggioranza si spacca sulle concessioni spiagge e il blocco delle cartelle esattoriali