in

Treviso, 43enne uccide il figlio di 2 anni e si toglie la vita

20 febbraio 2021 – Un altro terribile caso di omicidio-suicidio, questa volta a Castello di Godego, Treviso, in un’abitazione in piazza Città di Boves. Oggi intorno alle 13:00 un uomo di 43 anni ha strangolato il suo piccolo di soli 2 anni. In seguito l’uomo si è tolto la vita. E’ stato il nonno del piccolo a trovare i due corpi, che ha poi chiamato i soccorsi.

>> Genova omicidio in pieno centro, donna uccisa a coltellate nel suo negozio: fermato l’ex compagno

treviso omicidio suicidio

La dinamica della tragedia

Tragedia a Castello di Godego, in provincia di Treviso. Un 43enne trevigiano, Egidio Battaglia, ha ammazzato il proprio figlio di 2 anni, Massimiliano, strangolandolo. L’uomo si è poi tolto la vita, tagliandosi la gola con un coltello. Questo è quanto emerge dalle prime ricostruzioni. L’uomo, classe 1977, era dipendente dell’azienda “Pavan” a Galliera Veneta. Nel momento dell’omicidio-suicidio la madre si trovava fuori casa.

Omicidio-suicidio a Treviso

Sono stati lo zio e il nonno dell’omicida, entrando in casa, a ritrovare i due corpi senza vita. Egidio e il figlio Massimiliano dovevano andare a pranzo proprio a casa del nonno Fortunato Battaglia. Non vedendoli arrivare, l’uomo è andato a casa loro insieme al fratello di Egidio, Simone. Una volta arrivati sul posto i due non hanno ricevuto risposta. La porta non si apriva dall’esterno poiché la chiave era stata lasciata nella toppa. I parenti di Egidio hanno preso allora una scala e, dall’esterno, sono saliti fino all’appartamento. Arrivati all’altezza del terrazzo esterno hanno visto i due corpi senza vita. Immediata la chiamata a Carabinieri e Vigili del fuoco. Sul luogo del delitto è arrivata anche la pm Mara De Donà.  >> Tutte le news 

Seguici sul nostro canale Telegram

google non funziona

Occhiali, cellulari e auto elettriche: a rischio tutti i bonus dell’era Conte

Chi è Massimiliano Bruno: vita privata e carriera del regista, sceneggiatore e attore italiano