in

Anche il 2021 è l’anno dell’eCommerce: cosa acquistano gli italiani?

Da parecchio rimbalza su tutte le riviste e le testate l’entusiasmo per la chiusura di un anno sì difficile ma straordinario per l’eCommerce, a testimonianza del fatto che la crisi, dopotutto, abbia colpito la popolazione mondiale solo in parte.

Difatti è quanto accaduto per chi ha saputo investire nel modo giusto sul web, offrendo ai consumatori costretti in casa esperienze di acquisto e di intrattenimento di grande qualità e affidabilità. Si perché dopo l’obbligo di starsene chiusi in casa le persone hanno concentrato la propria attenzione sullo smartphone e si sono adattate velocemente ad un nuovo stile di vita.

Non a caso l’osservatorio B2B del Politecnico di Milano ha messo nero su bianco che sul web sono approdati ben due milioni di consumatori in più, ovvero persone che non avevano mai acquistato online prima di allora. Un settore che ha ottenuto un aumento notevole è quello farmaceutico, sono numerosi infatti gli eCommerce che sono nati o si sono consolidati ulteriormente nell’ultimo periodo, come ad esempio Farmavola.

Consumatori attenti alla nutrizione

Farmavola è un punto di riferimento su tutto il territorio nazionale per ciò che riguarda l’integrazione alimentare e, difatti, i consumatori hanno incrementato notevolmente la loro consapevolezza verso questo aspetto. L’alimentazione sana è il miglior lasciapassare per una vita in salute e, difatti, i consumatori si sono dimostrati sempre più attenti nella lettura delle etichette. A ciò si aggiunge l’attenzione nei confronti dell’integrazione alimentare, fondamentale per colmare le mancanze dovute al consumo di cibo industriale.

L’acquisto dei prodotti di questa categoria merceologica si è intensificato anche ad una maggiore correttezza informativa per la quale realtà come Farmavola investono importanti risorse per diffondere consapevolezza e trasparenza. Ovviamente ci riferiamo a prodotti certificati pensati per colmare le lacune nutrizionali e non al mondo dei sostitutivi dei pasti che sono due cose nettamente differenti. Certo è che i consumatori sono anche più interessati a migliorare il rapporto con il cibo e a contrastare le patologie correlate all’alimentazione sregolata che possono compromettere la salute del cuore, del cervello e della circolazione.

Cosmesi d’eccellenza

Altro aspetto degno di nota riguarda la cosmesi di qualità, certificata come sicura per il rispetto dell’ambiente e l’utilizzo di pratiche che non testano con crudeltà sugli animali. L’attenzione per la cosmesi potrebbe certamente derivare dal maggior tempo a disposizione delle persone, costrette a lavorare da casa e a guardare il proprio volto filmato sullo schermo del PC e dello smartphone. I prodotti per la beauty routine non sono tutti uguali e anche in questo campo le persone hanno compreso l’importanza di leggere le etichette ed informarsi su cosa si accingono ad applicare sulla propria pelle.

Così il consumo di cosmetici affidabili e di prodotti certificati per la cura del corpo diventa una buona abitudine che interessa giovani e giovanissimi oltre alle fasce d’età più avanzate per varie ragioni. Da un lato l’utilizzo della mascherina che copre il nostro volto quasi per intero e dall’altro la continua esposizione dei piccoli difetti cutanei che emergono allo specchio. Avere più tempo da dedicare a noi stessi, dopotutto, è un valore aggiunto con il quale tutti noi abbiamo fatto i conti e che ci ha spinti a prenderci cura di noi con una maggiore attenzione.

Logistica e garanzie

D’altro canto le farmacie online e i rivenditori specializzati in vendita virtuale hanno dovuto investire nel miglioramento dell’esperienza d’acquisto, aiutando i consumatori a ottenere risposte chiare e trasparenti. Lo stesso vale per il miglioramento della logistica, aspetto cruciale per la vendita online. Spedire prodotti delicati come quelli per la cura del corpo, infatti, richiede numerose attenzioni da parte dei rivenditori. Siamo passati da un’era in cui l’acquisto web era riservato ai soli “nerd” o fanatici della rete ad un periodo in cui le transazioni online sono diventate la normalità.

Per far fronte all’aumento della domanda gli shop hanno dovuto investire soprattutto in logistica, garanzie di reso e trasparenza delle transazioni, mettendo al sicuro anche le piattaforme di vendita dai rischi informatici. Questo significa che per il 2021 le aziende attive online dovranno mantenere elevati gli standard e fornire un servizio impeccabile dalla navigazione al check out, offrendo sempre la miglior esperienza d’acquisto.

“Titanic” in tv: tutto quello che (forse) non sapete sul capolavoro di James Cameron

Colette film RaiDue

Colette, trama e cast del film in prima visione su RaiDue stasera 8 marzo