in

Coppia scomparsa a Bolzano: arrestato il figlio Benno, si sarebbe costituito nella notte

Coppia scomparsa a Bolzano figlio, drammatica ultim’ora: Benno Neumair sarebbe stato arrestato nella notte con la terribile accusa di duplice omicidio volontario e occultamento di cadavere. Il 30enne, indiziato dalla prima ora per il delitto dei genitori, si sarebbe costituito dopo un contatto con la Procura. Finora si era professato innocente.

BENNO ARRESTATO PER OMICIDIO GENITORI SCOMPARSI A BOLZANO

Arrestato Benno Neumair per l’omicidio dei genitori

Il giovane si trova adesso in stato di fermo nel carcere di Bolzano. La Procura, che da settimane aveva in mano diversi indizi di colpevolezza a suo carico, ne ha disposo il fermo “a seguito di alcuni recenti elementi acquisiti nel corso delle indagini”. Di Peter Neumair e Laura Perselli si era persa ogni traccia lo scorso 4 gennaio. Secondo l’ipotesi investigativa, Benno Neumair avrebbe ucciso i genitori nell’appartamento adiacente a quello in cui vivevano. Era stato lui a denunciare la scomparsa dei genitori ma con molto ritardo e solo su sollecitazione di sua sorella, allarmata perché da ore provava a contattarli telefonicamente senza riuscirci.

L’alibi vacillante

Di Benno non aveva convinto l’alibi, da subito vacillante. In particolare, aveva insospettito gli inquirenti il suo passaggio in auto nei pressi del ponte di Vadena e un buco temporale di circa trenta minuti mai davvero chiarito. Si presume che il 30enne abbia gettato i cadaveri dei genitori nell’Adige. Sul quel ponte, infatti, sarebbe stata trovata una traccia ematica appartenente a suo padre. Benno avrebbe assassinato, in una modalità ancora sconosciuta, i suoi genitori “nell’elegante palazzina al civico 22 di via Castel Roncolo, e poi, una volta caricati sulla loro Volvo V70, li avrebbe gettati nell’ Adige, dal ponte di Vadena, per poi recarsi dall’amica, ad Ora, e trascorrere la notte con lei”.

Cosa hanno testimoniato conoscenti e amici

Il 30enne istruttore di fitness, si apprende, si sarebbe costituito dopo che ai suoi legali è stato notificato un provvedimento di fermo più che granitico. Quindi Benno si è presentato in Procura dove ha passato la notte. “Lo abbiamo accompagnato noi in Procura per farlo costituire spontaneamente”, ha detto all’Ansa il suo avvocato Angelo Polo. Sabato 30 gennaio avrà luogo l’udienza di convalida del fermo. Una accelerazione nelle indagini avrebbe dunque portato la magistratura inquirente a disporre l’arresto di Benno. Secondo quanto trapela vi sarebbero gravi indizi di colpevolezza a suo carico.

Decisive anche le diverse testimonianze di conoscenti e amici che asseriscono il giovane avesse con i genitori un rapporto molto conflittuale. Si parla di continui litigi tra loro, acuitisi da quando Benno dalla Germania era tornato a vivere in casa con loro a Bolzano. Peter e Laura avevano cercato di aiutarlo a disintossicarsi dall’uso di sostanze anabolizzanti e condurlo ad uno stile di vita più sano ed equilibrato. Il ragazzo, lo ricordiamo, non ha al momento confessato il duplice delitto. Dei corpi dei suoi genitori, inoltre, non c’è traccia. Potrebbe interessarti anche —> Coppia scomparsa a Bolzano, news indagini: sospetti sul figlio Benno e primi risultati scientifici

GFVip 5, Stefania Orlando confessa un segreto ad Andrea Zelletta: «Non mi tradire!»

Carlotta Dell’Isola, le extension non sono un vezzo: dietro l’escamotage un doloroso motivo