in

Incendio a Bibione: in fiamme un magazzino edile della ditta Dexive

Brutto risveglio in località Bibione. Un violento incendio è divampato questa mattina, intorno alle 5.30, in Corso del Sole, a San Michele al Tagliamento. Numerose squadre dei Vigili del Fuoco sono al momento al lavoro per domare le fiamme. In arrivo dal Friuli e dal Veneto ulteriori aiuti vista l’entità del rogo. Le cause non sono ancora chiare: le fiamme si sono sviluppate in un grande magazzino edile, il Dexive – ex Viol, all’entrata della località balneare. I danni sono ingenti.

leggi anche l’articolo —> Incidente nel piacentino, auto finisce nel fiume Trebbia: morti quattro ragazzi

incendio bibione oggi

Incendio a Bibione: in fiamme un magazzino edile della ditta Dexive, operazioni di spegnimento in corso

Tragico incendio a Bibione (San Michele del Tagliamento). Le fiamme sono divampate dopo le 5:30 di oggi mercoledì 12 gennaio 2022 in un magazzino edile-ferramenta in Via del Sole a San Michele al Tagliamento. Il rogo si è sviluppato nel giro di pochi minuti favorito anche dalla presenza nel locale di materiale altamente infiammabile. Le squadre dei vigili del fuoco sono arrivate da Portogruaro, Lignano, Latisana, Udine, Mestre e Pordenone con 4 autopompe, 3 autobotti, un’autoscala, il carro Nbcr (Nucleare, Biologico, chimico, radiologico) e 26 operatori coordinati dal funzionario di guardia, come riporta «Il Corriere della Sera». Le operazioni di spegnimento sono ancora in corso. L’incendio è visibile anche a diversi chilometri di distanza. Al momento, e dalle prime notizie, nessuna persona è rimasta ferita . Sul posto oltre ai vigili del fuoco sono intervenute la polizia locale, il sindaco e il personale dell’Arpav. Leggi anche l’articolo —> Covid oggi 1.677 in terapia intensiva (+71), 220mila casi e 294 morti: il bollettino

incendio bibione oggi

Seguici sul nostro canale Telegram

incidente Piacenza

Incidente nel piacentino, auto finisce nel fiume Trebbia: morti quattro ragazzi

omicron fauci

Fauci: «La variante Omicron ci prenderà tutti». Per Ema il virus diventerà endemico