in

Bonus affitto 2021: requisiti, quanto vale e come richiederlo

Il bonus affitto 2021 spetta a chi ha affittato un’abitazione e ha permesso agli inquilini di pagare un affitto ridotto per venire incontro a chi aveva una condizione economica precaria a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid. La domanda è arriva sul sito dell’Agenzia delle Entrate dallo scorso 6 luglio e si potrà richiedere fino al 6 settembre 2021. Si tratta di un bonus che fa parte del pacchetto di sostegni previsti dal Decreto Ristori che riguarda i proprietari che riducono l’affitto di un immobile ad uso abitativo.

bonus affitto 2021

Bonus affitto 2021 requisiti

Il bonus affitto è una misura volta ad aiutare gli affittuari che hanno mantenuto un contratto abitativo nel periodo del Covid. Il sostegno infatti ha alcuni requisiti. Uno dei quali è che bisogna aver accordato la riduzione del canone d’affitto nel periodo che va dal 25 dicembre 2020 al 31 dicembre 2021. Il bonus affitto va a chi ha firmato il contratto almeno dal 29 ottobre 2020. Infine, l’immobile deve essere situato in un Comune ad alta tensione abitativa e per l’affittuario deve essere l’abitazione principale. Per presentare la domanda non è necessario presentare l’ISEE.

ARTICOLO | Le scommesse di calcio ora sono online

ARTICOLO | Covid, mascherina anche a scuola, Ricciardi: “Andrebbe usata sopra i 2 anni”

agevolazioni casa 2016, agevolazioni fiscali 2016 casa, agevolazioni casa 2016 affitto, agevolazioni case affittate, sconti imu e tasi, sconto tasi affitto a canone concordato,

Bonus affitto 2021 come presentare la domanda e quanto vale

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile trovare una guida pdf su come presentare la richiesta del bonus affitto 2021. La domanda va presentata online. Tra i dati da fornire ci sono: il codice fiscale; l’IBAN del conto corrente bancario/postale su cui far accreditare il bonus; i dati del contratto oggetto di rinegoziazione; il periodo nel quale vale il nuovo importo dell’affitto; l’importo del canone annuo prima e dopo la rinegoziazione; la quota di possesso dell’immobile del proprietario. Per presentare la domanda bisogna accedere alla propria area riservata dell’Agenzia delle Entrate e va inviata in maniera autonoma online. Il contributo è pari al 50% dell’ammontare complessivo delle rinegoziazioni in diminuzione. La quota massima erogabile è di 1200 euro.>>Tutte le notizie

caldo italia record

Caldo record in Italia, Sud in fiamme: la Sicilia sfiora i 50 gradi, fino a quando durerà

vasco rossi puglia

Vasco Rossi atterra in Salento con il jet privato: “Sono venuto a ballare in Puglia…col tutore!”