in

Quali sono i bonus per le famiglie con figli da richiedere in attesa dell’assegno unico

Bonus famiglie 2021, quali sono? L’assegno unico partirà da luglio ma solo per i lavoratori autonomi e i disoccupati. Esso sarà esteso a tutti gli altri a gennaio del 2022. Nel frattempo, i cittadini interessati potranno continuare a beneficiare dei vari bonus famiglia, da quello bebè a quello mamma domani, senza considerare le varie detrazioni fiscali per i figli a carico.

leggi anche l’articolo —> Concorsi pubblici 2021, come cambiano le modalità di selezione dei nuovi funzionari

bonus famiglie

Quali sono i bonus per le famiglie con figli da richiedere in attesa dell’assegno unico

A luglio l’assegno unico sarà riconosciuto, ma soltanto ad una platea ristretta di contribuenti. Esso sarà esteso a tutti all’inizio del prossimo anno. «Da luglio la misura entrerà in vigore per i lavoratori autonomi e i disoccupati, che oggi non hanno accesso agli assegni familiari. Nel 2022 la estenderemo a tutti gli altri lavoratori, che nell’immediato vedranno un aumento degli assegni esistenti», ha spiegato il presidente del Consiglio Mario Draghi. Il premier, intervenendo agli Stati generali della natalità con Papa Francesco, ha fatto capire di avere a cuore la situazione dei genitori italiani: «Le risorse complessivamente a bilancio ammontano ad oltre 21 miliardi di euro, di cui almeno sei aggiuntivi rispetto agli attuali strumenti di sostegno per le famiglie». E ancora: «Un’Italia senza figli è un’Italia che non crede e non progetta. È un’Italia destinata lentamente a invecchiare e scomparire. Il governo si sta impegnando su molti fronti per aiutare le coppie e le giovani donne».

bonus famiglie

Bonetti: «Nessuno ci perderà nulla», quali sono gli aiuti per i nuclei familiari

Dal primo luglio scatterà una sorta di assegno-ponte rivolto a determinate categorie di lavoratori. Situazione di transizione al momento come ha chiarito la stessa ministra Bonetti: «Ci siamo orientati in questa prima fase a mantenere le detrazioni che le famiglie hanno. Quindi di fatto nessuno ci perderà nulla. L’obiettivo è far sì che tutti i nuclei familiari si trovino in condizione di segno più, non “meno”». Come specifica “Sky Tg24” l’assegno-ponte dovrebbe “essere erogato da luglio a dicembre 2021 e il valore dovrebbe essere di circa 100 euro al mese (quindi la somma è inferiore rispetto ai 250 euro previsti per l’assegno unico dal 2022). Il calcolo dell’importo avverrà in base all’Isee”. Chi da luglio non godrà di tale aiuto potrà continuare a beneficiare dei vari bonus famiglia, da quello bebè a quello mamma domani, e delle detrazioni fiscali per i figli a carico. Si potranno ancora percepire, ad esempio, gli Anf (Assegno per il nucleo familiare). In piedi infine il bonus bebè e l’assegno di natalità. Leggi anche l’articolo —> Prima rata Imu 2021: esentati alberghi, stabilimenti balneari e discoteche

“Ultima gara”, trama e cast completo: tutto sul film con Bova, Bortuzzo e i campioni azzurri

Manuel Bortuzzo

Chi è Manuel Bortuzzo, vita privata e carriera: tutto sul nuotatore italiano