in

Chi è Elisabeth Moss, protagonista della serie Tv The Handmaid’s Tale

Dal successo arrivato con il ruolo di Peggy in Mad Men ai personaggi dark che ha interpretato negli ultimi anni. Cosa c’è da sapere su Elisabeth Moss, brillante attrice sempre più quotata ad Hollywood.

Il successo arrivato con le grandi serie tv internazionali. La recente svolta horror. Il sostegno alla causa femminista e alle proteste per un mondo più giusto. Ripercorriamo le tappe principali della carriera di una delle attrici più influenti della nuova Hollywood.

Su Timgate potete trovare curiosità e biografie di altri personaggi famosi. Qui c’è una sezione dedicata esclusivamente al gossip e alle celebrità, scopri di più!

Elisabeth Moss: gli esordi

Elisabeth Singleton Moss nasce il 24 luglio 1982 (Leone) a Los Angeles. Figlia di Ron Moss, manager e proprietario di una casa discografica, e di una musicista, debutta già da bambina come attrice nel mondo del cinema e delle fiction televisive. L’esordio nell’Olimpo delle grandi serie Tv arriva nel 1999. In West Wing – Tutti gli uomini del Presidente, il political drama di culto creato da Aaron Sorkin, Elisabeth Moss interpreta Zoey Patricia Bartlet, la figlia più giovane del Presidente degli Stati Uniti.

Il successo internazionale

Per Elisabeth Moss la consacrazione globale arriva con il ruolo di Peggy Olson in Mad Men (2007-2015), altra serie che ha fatto incetta di premi: Golden Globes, Emmy Awards e Screen Actors Guild Awards, per citare i più prestigiosi. Siamo nella New York anni Sessanta. Nel mondo misogino e competitivo delle più quotate agenzie pubblicitarie, la parabola ascendente di Peggy – da timida segretaria di Don Draper a brillante e cinica copywriter – diventa il simbolo di numerose rivendicazioni femministe. La scena in cui Peggy fa il suo ingresso nell’ufficio di McCann Erickson – occhiali da sole, sigaretta in bocca e scatolone in mano – è già entrata nella storia.

Il vero talento di un attore sta nel non rimanere imprigionato per sempre in un solo personaggio. E in questo Elisabeth Moss si è dimostrata davvero brava. Un’ulteriore svolta nella sua carriera è infatti arrivata nel 2017 con The Handmaid’s Tale, serie Tv dai toni dark basata sul romanzo distopico Il racconto dell’ancella, pubblicato nel 1985 dall’autrice canadese Margaret Atwood.

Elisabeth Moss in The Handmaid’s Tale

La trama narra di un futuro non troppo lontano in cui gli Stati Uniti cadono sotto il controllo della società di Gilead, uno stato totalitario, misogino e militarizzato. In base alle regole di questi estremisti religiosi, le ancelle – uniche donne fertili in vita sul pianeta – vengono costrette alla schiavitù. Elisabeth Moss interpreta June Osborne, ribattezzata Difred (“di proprietà di Fred”). Difred è stata catturata mentre tentava di fuggire in Canada con il marito Luke e la figlia Hannah. Viene assegnata alla casa del Comandante Fred Waterford e di sua moglie Serena Joy. Ora può solo seguire le regole di Gilead, nella speranza di poter tornare libera e riabbracciare sua figlia. Grazie a questo ruolo Elisabeth Moss ha vinto, tra il 2017 e il 2018, un Emmy Award e un Golden Globe come Miglior attrice in una serie drammatica. Le tre stagioni di The Handmaid’s Tale, in Italia, sono disponibili su TIMVision. La stagione 4 arriverà nel 2021.

La svolta horror

Elisabeth Moss è stata definita “la regina della televisione di punta”. Si è cimentata con successo anche nelle commedie romantiche. Gli appassionati di questo genere cinematografico hanno potuto apprezzarla nell’esilarante Che fine hanno fatto i Morgan? (2009), nel quale interpreta l’assistente di Sarah Jessica Parker. Ad ogni modo, Elisabeth dà il meglio di sé quando interpreta personaggi complessi, in pellicole o serie Tv dalle sfumature dark. Come il poliziesco Top of the Lake – Il mistero del lago, serie ideata da Jane Campion. La sua interpretazione del detective Robin Griffin le ha permesso di conquistare, nel 2014, il Golden Globe come Miglior attrice in una serie per la televisione. Negli ultimi anni, poi, è passata all’horror, con grande gioia dei suoi fan, che hanno potuto ammirarla prima in Us (2019) di Jordan Peele e poi nel remake de L’Uomo Invisibile (2020). “Non sono una persona oscura – ha dichiarato Elisabeth -. Ma amo questo genere di personaggi, li trovo molto interessanti”. Il 2020 ha inoltre segnato il suo debutto come produttrice del thriller letterario Shirley, di cui è anche protagonista.

La vita privata di Elisabeth Moss

Elisabeth Moss è una persona molto riservata. Dal 2009 al 2011 è stata sposata con Fred Armisen, star del Saturday Night Live e noto donnaiolo. Armisen ha poi dichiarato di averla sposata in quanto affascinato dall’idea di stare con un’attrice di Mad Men. In seguito, le è stata attribuita una relazione con Tom Cruise – subito smentita – in quanto entrambi appartengono alla controversa chiesa di Scientology. Infine, in un’intervista rilasciata a Vogue lo scorso anno, Elisabeth ha ammesso di avere un fidanzato, ma non ha voluto rivelarne il nome. Nella sua vita sentimentale, oltre al misterioso boyfriend, ci sono anche due adorabili gattini soriani: Ethel e Lucy. Sul suo account Instagram, @elisabethmossofficial, condivide un po’ di tutto. Dai backstage in diretta dal set ai red carpet e agli shooting per le riviste patinate. E ancora: commenti e riflessioni sulle sue performance cinematografiche, il tifo per la squadra di baseball dei Chicago Cubs e il sostegno alle cause in cui crede, tra cui i diritti delle donne e il movimento Black Lives Matter.

Alba Parietti

Alba Parietti “fantasie peccaminose”: «Ho desiderato Padre Georg, ecco cos’è successo»

Giulia Salemi

Gf Vip, Elisabetta Gregoraci contro Giulia Salemi, l’influencer: «Non mi fai passare per tr**a»