in

Dall’ingresso in politica con i Radicali a +Europa: tutto su Emma Bonino

Emma Bonino, leader di +Europa dal 2017, è una delle figure politiche più importanti del radicalismo liberale italiano, nota per le sue battaglie per i diritti civili e soprattutto per i diritti delle donne. Entrata in politica già nei suoi vent’anni, Emma Bonino ha dedicato tutta la sua vita a lotte politiche e civili.

chi è emma bonino

Emma Bonino biografia e ingresso in politica

Nata a Bra (Cuneo) il 9 marzo 1948, Emma Bonino ha da poco compiuto 73 anni. Nata da un’umile famiglia di campagna, Bonino si è diplomata al Liceo Classico, per poi trasferirsi a Milano per gli studi universitari. Nel 1972 si è laureata presso la Bocconi in Lingue e Letterature Moderne. Emma Bonino è entrata in politica nel 1975 quando, dopo aver fondato il Centro d’informazione su aborto e sterilizzazione, si è autoaccusata del reato di procurato aborto.

Nel 1975 Emma Bonino entra in politica e l’anno seguente, a 28 anni, si presenta alle elezioni con i Radicali, facendo conoscenza con Marco Pannella, Mauro Mellini e Adele Faccio. Entra in Parlamento nel 1976, e seguono negli anni ’70 e ’80 varie legislature. Tra le cariche si ricordano quella di commissaria europea dal 1995 al 1999, Ministra del commercio internazionale del 2006 e delle politiche europee nel Governo Prodi II. Fu vicepresidente del Senato della Repubblica dal 6 maggio 2008 al 15 marzo 2013, e successivamente Ministra degli affari esteri nel Governo Letta dal 2013 al 2014.

Oltre ad aver ricoperto importanti cariche nel Partito Radicale, è stata membro del comitato esecutivo dell’International Crisis Group, ideatrice e promotrice della Corte penale internazionale, delegata per l’Italia all’ONU per la moratoria sulla pena di morte, nonché fondatrice dell’organizzazione internazionale ‘Non c’è pace senza giustizia’ per l’abolizione delle mutilazioni genitali femminili.

LEGGI ANCHE >> Perché Emma Bonino e Benedetto Della Vedova hanno lasciato +Europa

emma boninno benedetto della vedova +europa

La fondazione di +Europa

Insieme ai Radicali Riccardo Magi e Antonella Soldo, il 23 novembre 2017 presenta a Roma +Europa, formazione europeista nata dalla convergenza con la lista di Benedetto Della Vedova. Il primo congresso si svolge nel gennaio 2019. Alle elezioni europee del 2019 però +Europa raccoglie il 3,1% dei voti, non superando la soglia di sbarramento. Il 14 marzo 2021, in occasione dell’assemblea di +Europa, annuncia il proprio addio al partito per dei dissidi interni, ventilando anche l’ipotesi di dimettersi da senatrice, mentre Benedetto Della Vedova, diventato da poco sottosegretario agli Esteri nel Governo Draghi, si dimette da segretario.

Emma Bonino vita privata

Emma Bonino non si è mai sposata. “Seriamente non me lo ha mai chiesto nessuno. La verità è che io non so convivere, ci vuole grande disciplina. Vivo bene da sola e non sono mondana. Ma come tutti ho un giro di affetti”, ha raccontato a Il Corriere. Ha avuto relazioni con due esponenti politici legati al partito dei Radicali, Marcello Crivellini e Roberto Cicciomesserese. Bonino non ha figli: negli anni ’70 adottò due bambine, Aurora e Rugiada. Le due bambine rimasero con lei per qualche anno, fino a quando le famiglie di origine se le ripresero. “Fu un grande dolore – ha raccontato nel 2017 Bonino –. Rugiada l’altro giorno mi ha chiamata dall’Abruzzo e mi ha detto ‘mamma, ho 43 anni e sono di nuovo incinta'”.

Emma Bonino malattia

Nel 2015 Emma Bonino ha annunciato dai microfoni di Radio Radicale di avere un tumore al polmone sinistro che l’ha costretta a un ciclo di chemioterapia, comunicando inoltre che non avrebbe abbandonato l’attività politica. Pochi mesi dopo ha comunicato il buon andamento della terapia e la scomparsa di ogni evidenza di cancro. Le cure le hanno fatto perdere i capelli e lasciato un’alopecia intermittente, motivo per cui continua a usare sempre un turbante per fasciarsi il capo. “Ho provato tutte le parrucche del mondo, ma poiché mi prudeva la cute un’amica africana mi ha fatto provare un turbante grande così. Sembravo un fungo porcino e allora è saltata fuori questa idea delle strisce, per farne uno più consono alla mia altezza”, ha raccontato a Il Corriere. >> Tutte le notizie di politica italiana

Raoul Casadei funerale

Raoul Casadei, nessun funerale per il “re del liscio”: rispettata la sua volontà

Daniela Martani età

Chi è Daniela Martani, l’ex gieffina protagonista di tante polemiche e contestazioni