in

Chi è il figlio di Roberto Roberti? Curiosità sul pioniere del cinema muto italiano

Chi è il celebre figlio di Roberto Roberti, pioniere del cinema muto italiano? Roberto Roberti nacque a Torella dei Lombardi il 24 luglio 1879. Trasferitosi a Napoli per completare gli studi di Giurisprudenza, si laureò nei primi anni del Novecento. Anni in cui il mestiere dell’attore e il mondo delle compagnie teatrali non erano visti di buon occhio; un figlio teatrante rappresentava un disonore, per una famiglia di prestigio. Fu così che Roberto Roberti adottò il suo pseudonimo, quando nel 1905 entrò nella compagnia teatrale Talli-Gramatica-Calabresi. Ma molti lo ricorderanno con il suo vero nome: Vincenzo Leone, padre del celeberrimo regista Sergio Leone.

>> Eugenio Montale e il disprezzo per il regime: quando fu preso a ceffoni per la strada dai fascisti

Roberto Roberti

Roberto Roberti: la vita, la carriera, l’amicizia con gli intellettuali dell’epoca

Vincenzo Leone, o Roberto Roberti, si introdusse nel mondo del teatro durante gli anni in cui frequentava l’Università di Giurisprudenza di Napoli. Qui conobbe lo scrittore e giornalista Edoardo Scarfoglio: egli lo introdusse negli ambienti prestigiosi degli intellettuali napoletani dell’epoca. Conobbe Matilde Serao, Roberto Bracco e Salvatore di Giacomo. Tra le più illustri conoscenze di Leone, si ricorda la sua amicizia con il compagno di studi Gabriele D’Annunzio. Fu proprio Gabriele D’Annunzio a presentarlo e consigliarlo alla compagna Eleonora Duse, che gli offrì un contratto quinquennale per entrare nella sua compagnia. Nel 1911 fu scritturato dall’Aquila Films di Torino: abbandonò dunque il mondo del teatro per dedicarsi completamente al cinema, esordì con il film “La Bufera”. Successivamente l’Aquila Film gli propose il posto di direttore artistico.

Roberto Roberti Sergio Leone

Roberto Roberti, Bice Waleran, Sergio Leone: una famiglia sul set

Fu proprio grazie alla comune passione per il mondo dello spettacolo che Vincenzo Leone ebbe l’occasione di conoscere la sua futura moglie e madre del figlio Sergio Leone. Era il 1914, e Bice Waleran (pseudonimo di Edvige Valcarenghi) era scritturata presso l’Aquila Films, con la quale all’epoca Roberto Roberti collaborava sia come attore che come regista. Il loro legame da artistico/lavorativo diventò un rapporto sentimentale, e nel 1929, in un momento di grande trambusto, nacque il loro unico figlio, Sergio Leone. Destinato a seguire le orme del padre e a continuarne il percorso artistico, è a lui che dedica la regia del suo primo film western, “Per un pugno di dollari”, firmandosi con lo pseudonimo Bob Robertson: Roberto figlio di Roberto. >> Verdone: «Ennio Morricone ha dato grazia ai miei primi due film. Ci presentò Sergio Leone»

belen e stefano figlio

Santiago rifiutato a La Scala: primo “no” per il figlio di Belen e Stefano

Mercedesz Henger

Mercedesz Henger fisico in primo piano: bolide di bellezza in piscina