in

Chi sono i broker e come scegliere i migliori broker online

Mai come quest’anno, le scelte da effettuare riguardo al tema investimenti, sia per quanto riguarda come investire che quanto investire, assumono un ruolo fondamentale per tutti, dai privati alle aziende. L’emergenza sanitaria nata dalla nascita e dalla diffusione del Covid 19 ha infatti stravolto le nostre vite da tantissimi punti di vista: oltre ad aver profondamente segnato la nostra sfera privata, infatti, quasi tutti i settori lavorativi e professionali sono stati colpiti in modo importante, tantissime aziende hanno dovuto fermarsi del tutto, o comunque rallentare vistosamente la propria attività o la propria produzione. Diversi lavoratori sono in difficoltà, i precari sono, se possibile, ancora più precari e le partite IVA, già abituate a navigare a vista, oggi vedono il proprio futuro ancora più incerto.

Investire in modo sicuro

Proprio sulla base di queste considerazioni, possiamo dire che questo è un periodo storico in cui vanno prese decisioni di investimento lungimiranti, per veder fruttare i propri capitali e far crescere le proprie possibilità economiche, sia quelle attuali che quelle future. In questo articolo ci occuperemo di effettuare una panoramica generale sui vari broker online, concentrandoci esclusivamente su quelli regolamentati poiché, come appare evidente, in questo settore i primi elementi a cui ogni investitore fa riferimento sono la sicurezza e l’affidabilità. È essenziale, prima di tutto, verificare che l’attività del broker sia regolata da una autorità di vigilanza come Consob o CNMV, per poter avere la certezza di trovarci di fronte a una situazione priva di rischi di qualsiasi genere. 

Chi è e cosa fa un broker

Ma partiamo dal principio: chi è e cosa fa un broker? Un broker, fondamentalmente, è un professionista che ha il ruolo di fungere da intermediario fra chi investe e il vastissimo mercato dei capitali: il broker, quindi, deve essere in grado di creare un ideale ponte di collegamento fra la domanda e l’offerta. A questo punto, non ci rimane che passare alla scelta del broker che riteniamo più adatto alle nostre esigenze.

I migliori broker online

Sul web è possibile trovare un’ampia proposta di diversi broker: fra i più noti, anche grazie ad un massiccio investimento pubblicitario, vi è sicuramente eToro, una piattaforma ben strutturata dove è possibile occuparsi sia di trading che di social trading. Directa invece è un broker italiano che purtroppo pecca in comunicazione, andrebbero rinnovate la piattaforma e la sua interfaccia, e anche i costi e le commissioni non appaiono estremamente competitivi. C’è poi XTB, un broker europeo che propone sia Forex che CFD sui principali mercati, e che commercialmente ha scelto di richiedere un deposito minimo solo di 1 euro.

Negli ultimi anni, poi, si sta sempre più affermando la piattaforma di iBroker, formata da una serie di professionisti estremamente affidabili, esperti e specializzati nel campo dei futures (o derivati). Un grande plus che presenta iBroker rispetto alle altre piattaforme è dato dalla scelta del brand di calcolare i propri guadagni esclusivamente basandosi sulle commissioni, quindi non lucrando in alcun modo sulle perdite dei clienti. Questo elemento, oltre a rappresentare un vantaggio da un punto di vista economico, denota una particolare attenzione dell’azienda verso i propri clienti, ponendo i loro interessi in primo piano. 

 

Berlusconi morto

Berlusconi morto? Voci fuori controllo: la verità del professor Zangrillo

De Luca diretta

Covid, De Luca: «Se vaccini tardano la Campania non sarà immune entro l’estate»