in

Chiara Ferragni, il pensiero per l’uccisione di Willy: «Cancelliamo la cultura fascista in Italia»

La solidarietà nei confronti della famiglia di Willy Monteiro non si esaurisce: le immagini del 21enne ucciso di botte a Colleferro stanno invadendo i social e anche Chiara Ferragni, influencer per eccellenza, non si è sottratta dall’esprimere il proprio pensiero sulla tragica vicenda costata la vita al giovane cuoco. Non sue le parole condivise, come la stessa Chiara ha tenuto a precisare, ma ripostate dall’account social “Spaghetti politics” e sposate pienamente dalla Ferragni.

Leggi anche >> Willy ucciso a Colleferro, arrestati 4 ragazzi: dopo averlo massacrato sono fuggiti

chiara ferragni willy

Chiara Ferragni su Willy Monteiro: “Bisogna cancellare la cultura fascista sempre resistente in questo paese”

Non la prima volta che Chiara si schiera apertamente in favore di cause sociali. Tra le storie in evidenza, per esempio, c’è una sezione apposita dedicata alla giustizia in cui la Ferragni raccoglie una serie di post e stories legati al movimento “BlackLivesMatter”. In essa il riferimento alle vicende di George Floyd e Elijah McClain, afroamericani uccisi di recente dalla furia di uomini bianchi. In merito a Willy, invece, si legge: “Due giorni fa è stato ucciso Willy Monteiro, italiano 21enne dalla pelle nera, da un gruppo di 4 fasci che l’hanno ammazzato a calci. I giornali si sono prodigati a estremizzare l’avvenuto in due modi: 1. Umanizzando gli aggressori (‘bravi ragazzi’). 2. Mettendo tutta la colpa sulle arti marziali che praticavano”.

chiara ferragni willy

“Mi spiace che oltre alla sofferenza dobbiate subire anche queste cose”

“I giornali – prosegue il post condiviso da Chiara sull’uccisione di Willyperò non mettono il loro focus sul fascismo e sulla cultura predominante nella vita di queste persone. Addirittura c’è chi si propone di ‘eliminare queste arti marziali’ per risolvere il problema. No Amo, il problema lo risolvi cambiando e cancellando la cultura fascista e sempre resistente in questo paese di m**da, non cancellando il mezzo tramite cui i fasci hanno fatto violenza. Il problema non lo si risolve nascondendolo sotto al tappeto, lo si risolve con la cultura e l’istruzione: qualcosa che manca in questo paese”. Si uniscono al pensiero le condoglianze alla famiglia, cui si associa anche Fedez: “Condoglianze alla famiglia di Willy, – scrivono Chiara e Federico – ci spiace che oltre alla sofferenza dobbiate subire anche queste cose. Dove finiremo?”. Il riferimento ad una pagina di giornale che titola: “Willy, 20 minuti di botte. E i familiari dei killer: ‘Era solo un immigrato’”. >> Emma Marrone Instagram, sull’omicidio di Willy: «L’ignoranza crea violenza»

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wtf Is Going On In Italy? (@spaghettipolitics) in data:

Seguici sul nostro canale Telegram

donald trump

Trump sapeva dei pericoli del virus, ha minimizzato: una “talpa” rivela segreti pericolosi

Pomeriggio 5 Nadia Rinaldi vs Valentina Vignali

Pomeriggio 5, Nadia Rinaldi contro Valentina Vignali: «Che devo dire? È una poveretta»