in

Chiara muore annegata nella piscina del centro benessere, aveva solo 30 anni

La tragedia è capitata a una donna 30enne, Chiara Spigolon, che abitava in provincia di Milano. La donna è morta annegata nella piscina di un centro benessere. L’episodio è accaduto a Quarna Superiore (Verbania). Era il tardo pomeriggio di sabato scorso, il 9 ottobre. Chiara Spigolon si era diretta da sola nel centro di meditazione e benessere Mandali.

Per Chiara quello era stato un regalo assai gradito da parte di alcuni amici: un coupon per un accesso che durava tutto il fine settimana. A fare il ritrovamento del corpo ormai annegato ed esanime della 30enne, nella piscina termale, è stata un’altra cliente del centro. Da una prima ricostruzione dei fatti, Chiara Spigolon sarebbe stata stroncata da un malore. A nulla è servito l’allarme dato dall’altra cliente che l’aveva trovata priva di sensi nella piscina termale.

Chiara Spigolon morta annegata nella piscina del centro benessere

Sul posto sono giunti i soccorritori del 118, che hanno tentato invano di rianimare la giovane, e i carabinieri di Omegna, che ora indagano sull’accaduto dopo aver effettuato i primi rilievi. Il livello dell’acqua della piscina termale è alto circa un metro e per questo si ipotizza che un malore possa aver causato la morte per annegamento. Ora si attende la conclusione delle indagini per capire se sulla salma di Chiara Spigolon il pm disporrà l’autopsia. Solo dopo, la salma della 30enne potrà essere restituita alla famiglia.

No Green pass, Fiano (PD): “Leu, M5S e Iv favorevoli su mozione per lo scioglimento di Forza Nuova”

Seguici sul nostro canale Telegram

potenza terremoto

Terremoto in Basilicata, epicentro tra Potenza e Matera: scossa avvertita anche in Puglia

bungee jumping

Dramma al Bungee jumping, madre di 3 figli si lancia nel vuoto e muore: errore imperdonabile