in

Quali regioni rimangono zona rossa e quali diventano arancioni dopo Pasqua

Finite le feste di Pasqua e Pasquetta, dopo tre giorni in cui l’Italia si è trasformata in un’unica zona rossa, ci sarà un nuovo cambio dei colori delle Regioni. Si ritorna quindi al sistema delle fasce di rischio decise in base al monitoraggio settimanale fornito dall’Iss, ma senza la tanto desiderata zona gialla. Quella, insomma, che permette a bar e ristoranti di poter riaprire le porte ai propri clienti. Vediamo quindi quali regioni rimangono in zona rossa e quali riescono ad allentare le misure restrittive anti contagio e diventano zona arancione.

colori regioni dopo pasqua

Colori regioni dopo Pasqua, quali rimangono in zona rossa

Grazie all’ultimo monitoraggio dell’Istituto superiore di sanità fornito lo scorso venerdì sappiamo già come sarà il cambio di colori delle regioni dopo Pasqua. Quindi quali rimarranno in zona rossa e quali entreranno invece in zona arancione. Anche per il mese di aprile, infatti, lo ricordiamo, non si parlerà di zona gialla, una fascia che è stata bloccata almeno fino al 30. A meno che, però, i territori non dimostrino di avere i dati e soprattutto la campagna vaccinale in regola per rientrarci: in quel caso, infatti, il governo potrebbe rivedere le misure.

Torniamo però alle regioni che rimarranno in zona rossa anche questa settimana. Sono nove quelle che non si possono permettere di allentare le misure anti contagio. Si tratta di Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia. Poi ancora Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana e Valle D’Aosta. Questi territori rispondevano alle regole più stringenti anche prima delle festività pasquali, e saranno costretti a rimanere nella fascia più alta di rischio almeno per un’altra settimana. Per un nuovo cambio di colori, infatti, le regioni dovranno attendere il monitoraggio dell’Iss di venerdì 9 aprile.

ARTICOLO | Medici e infermieri che tornano in servizio perdono la pensione: sotto accusa un emendamento

ARTICOLO | Pasquetta in zona rossa, controlli a tappeto contro le gite fuori porta: le regole per gli spostamenti

Autocertificazione Natale

Cambio colori dopo Pasqua, quali regioni entrano in zona arancione

Alcuni territori, invece, da domani grazie al cambio dei colori previsto per dopo Pasqua potranno tornare in zona arancione. Il che significa allentare le misure restrittive, e permettere di uscire di casa non solo per comprovate esigenze di lavoro, salute e necessità. In queste zone, infatti, è concesso muoversi liberamente all’interno del proprio Comune di residenza. Le regioni che diventano zona arancione a partire da domani, martedì 6 aprile, sono: Abruzzo, Basilicata, Lazio, Marche. Ma anche Marche, Molise, Sardegna, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto.

Sia in zona rossa che in zona arancione i bar e i ristoranti rimangono chiusi e sono costretti a effettuare solo servizio di asporto e domicilio. Nella fascia di colore leggermente meno restrittiva, però, a differenza della prima, i negozi possono aprire le porte ai propri clienti, così come le scuole di ogni ordine e grado. In quella rossa, invece, si riprendono le lezioni in presenza solo fino alla prima media e si può uscire di casa esclusivamente per comprovate esigenze di lavoro, salute e necessità. >> Tutte le notizie di UrbanPost

medici blocco pensioni

Medici e infermieri che tornano in servizio perdono la pensione: sotto accusa un emendamento

Kurt Cobain morte

Oggi è l’anniversario della scomparsa di Kurt Cobain, aveva 27 anni, i misteri sulle circostanze della morte