in

Come diventare un volontario al servizio dell’ambiente

Con l’aggravarsi dei cambiamenti climatici dovuti all’inquinamento e all’aumento delle emissioni di polveri sottili, l’intero pianeta è sempre più soggetto a gravi problemi ambientali: dalle estinzioni di specie a rischio agli incendi che devastano migliaia di foreste ogni anno; dalla distruzione delle barriere coralline alla perdita di biodiversità di flora e fauna.

Forse nessun individuo, da solo, può cambiare le cose.

Però ognuno, nel proprio piccolo, può dare un contributo importante per tutelare il proprio ambiente e il luogo in cui vive. Se vorresti aiutare l’ambiente, ma non sai come fare, sei nel posto giusto. Ti spiegherò nel dettaglio tutte le cose che ognuno di noi può fare per migliorare la salute del nostro bellissimo pianeta!

Viaggi di volontariato ambientale internazionale, un’esperienza incredibile

Se oltre a voler aiutare la natura, sei un amante dei viaggi, questa esperienza è perfetta per te!

I viaggi di volontariato ambientale sono particolari viaggi di volontariato incentrati principalmente sulla tutela dell’ambiente, sulla salvaguardia della biodiversità e sull’aiuto a popolazioni rurali che in quei luoghi ci vivono tutto l’anno.

Un aspirante volontario dovrà soltanto scegliere la destinazione (tantissime in tutto il mondo), e il tipo di attività che vorrà svolgere.

Poi, basterà mettersi in contatto con le Organizzazioni No-Profit o le Associazioni che operano in quelle zone per organizzare il viaggio.

Visto il grande bisogno di volontari, i volontari sono sempre considerati con grande riguardo e riconoscenza anche dalle popolazioni locali, perché danno un aiuto tangibile e concreto.

Oltre alla destinazione e al tipo di attività, potrai scegliere anche la durata del volontariato ambientale; il che rende questo tipo di viaggi adattabili alle esigenze di ciascuno.

Esistono programmi di volontariato a breve, a medio e a lungo termine, con durate che partono da un minimo di alcune settimane ad un massimo di circa un anno.

Oltre ad adattarsi a tutte le esigenze, questo permette anche la possibilità altamente consigliata di fare più esperienze diverse durante l’anno.

Sono molti i volontari che, dopo una simile esperienza, ripetono i viaggi anche negli stessi luoghi. Questa forma di viaggio, sostenibile e responsabile, è forse il tipo di viaggio più etico che esista: non solo si aiutano le persone e l’ambiente di un posto a noi sconosciuto, ma si creano anche legami e rapporti d’amicizia che potrebbero durare tutta la vita.

Se non sei un amante dei viaggi e preferisci essere un volontario al servizio dell’ambiente che ti è più caro, magari vicino a casa tua, non disperare. Per te ci sono ancora più possibilità!

Il volontariato ambientale in Italia

Anche senza uscire dai confini nazionali è possibile fare importanti esperienze di volontariato ambientale. L’Italia è un paese dalla ricca biodiversità, che l’inquinamento delle grandi industrie e dei trasporti sta mettendo a dura prova. Per questo sono tantissime le Organizzazioni No-Profit e le Associazioni che si occupano, a livello nazionale, della salvaguardia delle specie a rischio e della tutela ambientale.

Non si può non citare, in questo ambito, Keep the Planet.

Attiva su tutto il territorio nazionale, e con importanti contatti con associazioni straniere, Keep the Planet è un’associazione ambientalista che si occupa principalmente di tutela ambientale, di sviluppo di progetti sostenibili e di formazione alla cittadinanza, con progetti di educativi di partecipazione attiva per ragazzi, professionisti e aziende.

Operando a livello nazionale, Keep the Planet sponsorizza campagne di volontariato ambientale su tutto il territorio nazionale.

Alcune tra le più famose iniziative sono:

    • Campi di volontariato della durata di una o due settimane. Offrono la possibilità di dedicarsi a progetti di tutela e riqualificazione non solo ambientale, ma anche sociale e culturale. Nonostante la brevità dell’esperienza, può essere davvero emozionante e adatta anche a chi ha poco tempo da dedicare al volontariato.
    • Volontariato medio-lungo termine, con una durata da uno a dodici mesi. Oltre ad esserci molte destinazioni internazionali, ci sono tante destinazioni nazionali sparse per il paese. Questa esperienza, sicuramente più coinvolgente e profonda di quella a breve termine, è forse la migliore esperienza da fare per dare un grande contributo all’ambiente.

Keep the Planet organizza molte altre attività di tutela ambientale, che durano anche un solo fine settimana. Vi consigliamo di informarvi bene perché ci sono possibilità per tutte le esigenze.

Tutti possono fare qualcosa!

Se non vuoi far parte di nessun progetto di volontariato, né nazionale né internazionale, puoi comunque fare molto per il nostro ambiente, anche da solo o con i tuoi amici. In tutte le città più grandi, ma anche in molti piccoli paesi di provincia, si sono formati gruppi autonomi di “cleaners” che si impegnano quotidianamente nella pulizia di città, boschi e canali.

Questi gruppi decidono, di comune accordo, di pulire ogni settimana zone diverse dei luoghi che abitano: a volte il greto di un fiume in secca, altre volte la spiaggia, oppure zone più cittadine come i parcheggi o i parchi giochi. Tutti questi posti vengono ripuliti dall’immondizia buttata da cittadini poco educati.

Le loro azioni sono importanti non solo per l’impatto ambientale positivo, ma anche perché sono fortemente educativi. Oltre a ripulire, fanno campagne di sensibilizzazione alla cittadinanza, per trasformare i semplici cittadini in persone attive e coinvolte nella tutela ambientale. Ogni giorno, infatti, possiamo fare scelte che hanno un forte impatto sull’ambiente che ci circonda: ad esempio, preferire l’uso della bici alla macchina è un piccolo gesto ma importantissimo, e come questo gli esempi possono essere tanti altri.

Se non esistono gruppi di “cleaners” nel tuo paese, la cosa migliore che tu possa fare per servire l’ambiente è proprio quello di crearlo! Rendilo accessibile a tutti e fatti aiutare dalle attività commerciali locali: con piccoli sponsor puoi comprare le piccole attrezzature essenziali per iniziare subito a pulire le tue zone del cuore. Basteranno guanti da lavoro, tanti sacchi per la spazzatura e le pinze per prendere rifiuti “pericolosi”. Ovviamente, ricordati di fare la raccolta differenziata!

Questo è già un grosso contributo alla tutela ambientale. Ma se vuoi fare ancora di più, pianta qualche albero nei luoghi ripuliti. Il contributo di ciascuno di noi è importante!

Francesca Cipriani Instagram

Francesca Cipriani Instagram, provocante in animalier: «Che gattina!»

Coronavirus

Coronavirus basta allarmismo, italiani esasperati: il sondaggio di ‘Caffeina’