in

Come migliorare la produttività attraverso la gestione del magazzino

Essere in grado di gestire i prodotti che vengono utilizzati tutti i giorni è, per un’azienda, uno degli aspetti più importanti nella prospettiva di una conduzione efficace. In questo modo, infatti, è possibile avere a disposizione tutto quello di cui si ha bisogno scongiurando il rischio di ritrovarsi con della merce in più. È essenziale tenere una precisa contabilità degli articoli in tutte le circostanze in cui occorre stabilire che cosa si deve ordinare, quando è necessario farlo e in quali quantità. Ma al tempo stesso è utile avere la possibilità di gestire la carenza o la totale mancanza delle scorte. Ecco perché il successo di un’azienda dipende anche dalla capacità di tenere monitorati gli articoli destinati a essere utilizzati tutti i giorni.

I magazzini personali automatici

Grazie al vending industriale si ha l’opportunità di automatizzare la gestione dell’inventario e, al tempo stesso, di riprodurre le pratiche migliori nell’intero contesto aziendale. Si tratta della soluzione più efficace a cui si possa fare riferimento per garantire una gestione dell’inventario che sia al tempo stesso snella, efficace ed efficiente. Ne deriva la necessità di affidarsi a un processo standardizzato, che se viene integrato con le informazioni che riguardano l’inventario permette di tenere traccia degli articoli monitorati in lotti difettosi ai fini del ritiro, ma anche verificare il reale flusso di lavoro e prevedere, a seconda della domanda effettiva, i livelli di inventario.

I vantaggi

In questo modo si ha la possibilità di sapere in qualsiasi momento qual è l’articolo che è stato prelevato, per che genere di lavoro è stato impiegato, quando è stato preso e quanti pezzi sono serviti. Il sistema di controllo dell’inventario completo consente una gestione ottimale di tutti i rischi che hanno a che fare con il magazzino; così, la distribuzione dei prodotti che vengono utilizzati tutti i giorni in azienda è più efficace. Ma questo è solo uno dei benefici che scaturiscono dall’adozione dei magazzini personali automatici: tra gli altri, vale la pena di citare il calo dei costi di inventario, la possibilità di recuperare spazio utile nel contesto aziendale, il controllo automatico delle scadenze che riguardano i prodotti e il miglioramento della produttività.

La proposta di Sicurya

Per saperne di più e per conoscere le proposte più all’avanguardia in questo settore ci si può rivolgere a Sicurya, un team di professionisti specializzati che può vantare riconoscimenti e certificazioni che attestano la correttezza di tutte le procedure di lavoro che vengono seguite. Ogni giorno i processi interni vengono gestiti in modo da assicurare alla clientela il migliore servizio possibile. Sicurya si presenta come un’azienda che si identifica con le risorse umane che ne fanno parte ed è strutturata su di loro, oltre che sulle loro specifiche competenze.

La gestione del magazzino e i rischi correlati

La gestione del magazzino presuppone una grande varietà di rischi di diverse tipologie: per esempio quello relativo allo stock-out. È evidente che nel momento in cui la gestione del magazzino viene ottimizzata si ha la possibilità di contenere il più possibile il rischio di stock-out. Quando si pensa ai costi che devono essere sostenuti da un’azienda in riferimento alle scorte di magazzino, le giacenze del non lavorato e del non venduto rappresentano solo una parte, perché poi c’è da calcolare anche il costo virtuale che riguarda il mancato guadagno causato dalla mancanza di prodotto. È quello che succede nel caso in cui la domanda non possa essere soddisfatta dallo stock in magazzino: ciò che si definisce, appunto, stock-out.

Il rischio economico

La gestione del magazzino, poi, presuppone anche un rischio economico e uno finanziario. Il primo ha a che fare con la perdita di valore a cui può andare incontro la merce a magazzino. Ciò è vero in particolare per alcuni settori, come per esempio quello della moda e quello della tecnologia, dove gli articoli subiscono, in molti casi, svalutazioni economiche che possono essere davvero veloci. Per quanto concerne il rischio finanziario, invece, esso è dovuto ai problemi nello smobilizzare, e cioè in buona sostanza agli inconvenienti a cui si può andare incontro quando la merce in magazzino deve essere trasformata in liquidità. Un esempio in tal senso può chiamare in cause le imprese edili che sono state costrette a chiudere non essendo riuscite a vendere gli immobili che hanno realizzato, perché in questo modo non hanno potuto rimborsare i prestiti ottenuti dagli istituti di credito.

Come gestire il magazzino delle scorte

Una corretta e oculata gestione del magazzino delle scorte prevede che per ciascun prodotto che si ha intenzione di comprare venga effettuata una valutazione del livello minimo al di sotto del quale parte l’ordine seguente: livello che viene calcolato in mesi di scorta. È necessario tenere conto anche dei tempi di approvvigionamento e del consumo medio in un particolare periodo.

Crescita depositi, quanto stanno risparmiando gli italiani durante la pandemia

Petrosino, il Sindaco va ad accudire le pecore di un pastore che si è ammalato di Covid