in ,

Come scegliere bene il tuo nuovo letto matrimoniale

Stai per arredare una casa nuova? O forse ti è venuta voglia di rinnovare la camera da letto? Vedrai che ti troverai davanti a un’ampia scelta di letti matrimoniali tra i quali poter scegliere. La creatività dei designer oggi si esprime attraverso infinite combinazioni di stili, colori, finiture e funzionalità. Sì, perché oggi i letti matrimoniali moderni tengono conto delle sempre crescenti necessità di ottimizzare lo spazio. Le abitazioni moderne si riducono e i letti matrimoniali vengono disegnati anche tenendo conto di questo particolare non da poco. Quindi, oltre a orientare il tuo acquisto tra letti a due piazze che incontrano il tuo gusto per estetica, che siano solidi e confortevoli, ormai puoi anche decidere tra letti matrimoniali essenziali nelle dimensioni e letti matrimoniali con vano contenitore. Ecco allora come scegliere bene tra i diversi modelli di letti matrimoniali.

Le misure dei letti matrimoniali

Il classico letto matrimoniale è quello che ospita il materasso di dimensioni standard, ovvero 160 x 190. In realtà queste misure negli ultimi anni sono diventate più variabili: si trovano infatti materassi più spaziosi, con un’ampiezza di 170 o addirittura 180 cm e una lunghezza che facilmente raggiunge i 200 cm. Quindi, se uno dei componenti della coppia è alto, o lo siete entrambi, oppure se di notte vi muovete e volete a girarvi senza scontrarvi, è sicuramente più comodo acquistare un materasso grande o un cosiddetto materasso king size (180 x 200 cm). Questa è una decisione da tenere ben presente nel momento in cui si decide quale letto matrimoniale acquistare, perché deve essere in grado di accogliere il materasso scelto.

In linea di massima, l’aumento in lunghezza non crea problemi, mentre l’aumento della larghezza potrebbe incidere negativamente. Se la camera è piccola, spesso non c’è abbastanza spazio in larghezza, e quei dieci centimetri in più possono essere proprio quelli che impediscono di sistemare i comodini oppure di collocare altri mobili come l’armadio o la cassettiera.

Letti matrimoniali per ottimizzare lo spazio

Per ottimizzare lo spazio e fornire soluzioni contenitive nelle stanze dalle dimensioni contenute, sono sempre più richiesti i letti matrimoniali con contenitore integrato. Ci sono letti matrimoniali che offrono vani contenitore nella testiera che si apre dall’alto, letti matrimoniali con cassetti sotto il materasso, che si aprono scorrendo verso l’esterno e letti con vano contenitore che si apre sollevando rete e materasso. Arredare la camera da letto con un letto matrimoniale di design significa coniugare la funzionalità ai propri gusti con un elemento che resta il principale protagonista delle stanze, capace di aggiungere valore agli altri elementi di arredo.

Letti matrimoniali versione sommier

I letti matrimoniali moderni sono delle strutture di legno o di metallo solitamente rivestite di tessuto, di pelle o di ecopelle. Il giroletto che corre attorno è più grande delle dimensioni del materasso, ed è dotato di tacche che permettono l’inserimento della rete a doghe che sostiene il materasso. Se si vuole ridurre l’ingombro dei letti matrimoniali al minimo indispensabile, conviene puntare su modelli di letti matrimoniali sommier, ovvero quei letti che non hanno giroletto e nemmeno testiera, ma che possono avere un vano contenitore al di sotto del letto. Se si può rinunciare a testiera e giroletto, quello che, invece, conviene sempre scegliere sono i letti matrimoniali dotati di rete a doghe in legno, perché si tratta di una struttura compatibile con tutti i materassi, che fornisce un ottimo supporto che assicura un buon riposo e il tanto comfort alla schiena.

Caso Pipitone

Denise Pipitone «rapita da due gruppi di persone», l’ex pm parla di sinistre “sentinelle” a Mazara

Franco Battiato morte

Addio a Franco Battiato, il grande cantautore siciliano