in

Como, omicidio Don Roberto Malgesini: i funerali oggi in Valtellina

Don Roberto Malgesini, il “prete degli ultimi”,  è stato ucciso nella mattinata del 15 settembre 2020 a coltellate proprio da uno dei bisognosi che assisteva e a cui stava portando la colazione. L’omicida, un cittadino tunisino con problemi psichici, dopo il delitto si è costituito e ha confessato tutto quanto. Il movente sarebbe riconducile alla semplice convinzione dell’uomo di essere vittima di un complotto che lo avrebbe rimpatriato in Tunisia. L’omicidio di Don Roberto Malgesini ha sconvolto un’intera comunità, che la sera stessa dell’omicidio ha deciso di mostrare il suo affetto riempendo l’interno e l’esterno del Duomo di Como per un rosario in suffragio del sacerdote. Oggi, invece, verrà celebrato il suo funerale in Valtellina.

Leggi anche –> Como, prete ucciso a coltellate da un immigrato: l’assassino si costituisce

Como omicidio don roberto malgesini

Como, omicidio Don Roberto Malgesini: folla in Duomo

Dopo la terribile notizia dell’omicidio di Don Roberto Malgesini, il vescovo di Como Oscar Cantoni ha invitato la comunità a pregare per il sacerdote. In attesa del funerale, che si svolgerà oggi 18 settembre 2020 alle ore 17 nella chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio a Regoledo di Cosio, in Valtellina, oltre 300 persone il 15 settembre 2020 si sono riunitesi nella Cattedrale di Como per il rosario recitato dal vescovo Cantoni. Una folla immensa e commossa ha ascoltato le parole del Vescovo di Como che ha definito così Don Roberto Malgesini: «Un Santo della porta accanto per la sua semplicità, per l’amorevolezza con cui è andato incontro a tutti, per la stima che ha ricevuto da tanta gente anche non credente o non cristiana, per l’aiuto fraterno e solidale che ha voluto dare a tutti». 

Como omicidio don roberto malgesini

Il “prete degli ultimi”

Oggi, 18 settembre 2020, ci sarà l’ultimo saluto saluto a Don Roberto Malgesini presso la chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio a Regoledo di Cosio, in Valtellina. Il funerale sarà celebrato dal vescovo di Como Oscar Cantoni. Sicuramente come accaduto nel giorno della preghiera anche oggi ci sarà una marea di persone a salutare il “prete degli ultimi”. La Caritas ha descritto così il sacerdote 51 enne:«Era un prete dedito alla solidarietà: se c’era bisogno di portare qualcuno dal medico lo caricava in auto e senza pensarci due volte lo accompagnava. Un anima generosa, non solo per vocazione religiosa, ma soprattutto per quella umana. Aiutare gli altri è il precetto su cui aveva basato la sua intera vita» >> Altre News

anna tatangelo

Anna Tatangelo e suo fratello Giuseppe: «So sempre dove trovare un sorriso!»

tigre di carta

“Tigre di carta”, quale politico usò per primo quest’espressione?