in

Consigli per il jogging cittadino (e perché fa bene)

Correre è una delle attività migliori per mantenersi in forma e per apportare dei benefici costanti sia al corpo che alla mente. Anche se fare jogging in mezzo alla natura o in impianti sportivi adatti sarebbe la soluzione ideale, non sempre questo è possibile e occorre ripiegare per l’ambiente cittadino, spesso caratterizzato da traffico, smog e caos. Senza farsi abbattere dall’asfalto, scopriamo qualche consiglio giusto per fare jogging cittadino e allenarsi senza limitazioni e senza difficoltà.

Perché correre fa bene alla salute?

Oltre a mantenersi in forma, a bruciare calorie e perdere peso, la corsa è una pratica che impatta positivamente sul proprio stato psicofisico e sul proprio benessere mentale. Aiuta a rilassare la muscolatura, a rafforzarla, aiuta ad eliminare eventuali tensioni e a scioglierle.

Inoltre è un ottimo modo per scaricare lo stress accumulato e i pensieri negativi. Dal punto di vista dell’organismo, aiuta a migliorare le funzioni vitali, la respirazione e facilita perfino il sonno.

Luoghi migliori per Jogging

In quasi tutte le città c’è almeno un piccolo parco cittadino: se non è troppo distante da casa vostra, scegliere delle strade poco trafficate e secondarie e raggiungetelo. In questo modo potrete anche sfruttare le panchine e gli scalini per fare qualche esercizio da integrare nella corsa, durante o alla fine dell’allenamento. Nei parchi, inoltre, potrete godere di maggiore tranquillità, eviterete il traffico e qualsiasi pericolo derivante dalla auto.

Correre solo sull’asfalto, infatti, può causare dolori e tensioni. Da evitare, invece, completamente il cemento: meglio scegliere un prato o, nel caso il parco cittadino sia troppo distante o non presente, vanno benissimo anche le strade sterrate. Nel caso in cui non ci sia disponibilità di ampi spazi dove correre, scegliere strade meno battute dal traffico, in modo che siano più tranquille e anche meno inquinate.

Come vestirsi per fare Jogging

Non dimenticate di correre sempre in direzione opposta rispetto al senso di marcia delle auto e di vestirvi in maniera adeguata, con colori forti e catarifrangenti, in modo che le auto vi notino subito (questo vale soprattutto per chi corre in inverno, al mattino presto o la sera tardi).

Non portate con voi oggetti pesanti come zainetti o borse, ma correte leggeri: non serve neanche la bottiglietta dell’acqua, basterà usufruire di quelle che di solito si trovano lungo le strade. Potreste anche pensare prima di partire, quale potrebbe essere il percorso più adatto rispetto alle fontanelle che si trovano nella vostra città. Infine non sottovalutate la scelta dell’abbigliamento giusto che deve essere leggero ed essenziale: particolare attenzione va rivolta alle scarpe in modo che piedi, gambe e schiena non ne risentano.

Se pensate di correre per strada, evitate l’uso di auricolari che potrebbero non farvi percepire pericoli imminenti. Lo stesso non vale nel caso in cui siate in zone pedonali o in parchi cittadini: dotarsi di buona musica aiuta a percorrere ancora più chilometri.

Cosa mangiare prima di correre

In ogni caso ponete molta attenzione all’alimentazione che vi fornirà il giusto apporto energetico: ad esempio chi corre a metà pomeriggio o al mattino presto, potrà bere un succo fatto con della frutta fresca e qualche verdura.

Come si fanno? Basta avere un buon estrattore di succo e il gioco è fatto: vitamine e sali minerali vi forniranno l’energia giusta per affrontare la corsa.

Momenti migliori per correre

Ogni momento è quello giusto, basta che sia adatto anche per le vostre abitudini. Cercate di capire quando il vostro corpo rende maggiormente e cercate di mantenere sempre le stesse abitudini.

Se dovete riprendere a correre dopo un lungo periodo di inattività o iniziate per la prima volta, iniziate con un programma leggero, di qualche minuto e mantenetelo tale per almeno due settimane.

Iniziate gradualmente ad aumentare la distanza e, quindi, il tempo della corsa, ma sempre cercando di sorvegliare eventuali cambiamenti negativi nel vostro corpo, come eccessivi dolori o difficoltà di respirare.

Jogging: meglio da soli o in compagnia?

Sempre meglio in compagnia: percorrerete molti più chilometri senza neanche rendervene conto. Da soli correre è leggermente più noioso, soprattutto se non avrete un programma ben preciso da rispettare.

Seguici sul nostro canale Telegram

Covid oggi 1.717 in terapia intensiva (+26), 287 morti e 83.403 casi in 24 ore

incendio monte Maddalena

Incendio sul Monte Maddalena a Brescia, notte di inferno: fiamme vicino alle case