in

Consigli per imballare un pacco da spedire

Tutto ciò che possiamo fare perché un pacco arrivi integro a destinazione

Se dobbiamo spedire un pacco, una delle nostre maggiori preoccupazioni sarà che questo arrivi integro a destinazione. La presenza al suo interno di oggetti che potrebbero rompersi ci spingerà a prestare una maggiore cura ed attenzione nella preparazione della scatola che vogliamo spedire.

Durante il viaggio, infatti, per quanto i corrieri possano essere attenti e scrupolosi, il nostro cartone potrebbe finire sotto altri più pesanti oppure subire colpi durante il viaggio o quando viene trasportato sui nastri nei centri di smistamento. Quali sono le procedure giuste da seguire per far arrivare integro il nostro cartone.

Scelta del cartone ed imbottitura

Innanzitutto dovremmo scegliere con cura il nostro cartone. Piuttosto che utilizzare un cartone già usato, prendiamone uno nuovo, magari un cartone rinforzato con una struttura ondulata. Le sue dimensioni sono importanti. Se infatti il cartone è troppo grande, il rischio è che gli oggetti al suo interno si muovano e si scontrino tra di loro, rompendosi. Se è troppo piccolo e le cose al suo interno sono troppo compresse, esercitando una pressione sulle pareti del cartone, c’è il pericolo che questo si rompa quando subisce dei colpi.

E’ importante anche utilizzare cartoni senza scritte.

Passiamo all’imbottitura. Il modo migliore per farla è preoccuparci dei nostri oggetti presi singolarmente ed in seguito di riempire gli spazi tra gli oggetti e tra questi e le pareti delle scatole. Dovremo valutare quali sono i materiali per imbottitura più adatti a quello che dobbiamo spedire. In molti casi andrà bene avvolgere gli oggetti nella plastica mille bolle. A questa si possono aggiungere dei protettori gonfiabili che di fatto impediscono gli urti violenti. I pallini di polistirolo, ma anche la carta da imballaggio sono perfetti per riempire gli spazi vuoti.

Se invece dobbiamo spedire qualcosa di delicato, come delle bottiglie di vetro, dovremo prestare maggiore attenzione. Dovremo infatti avvalerci di specifici separatori in polistirolo che proteggono ogni bottiglia singolarmente, impedendo a queste di venire in contatto con le altre.

Stesso discorso per gli oggetti appuntiti. Dovremo premurarci di avvolgere la parte appuntita con delle coperture in polistirolo posizionate su di esse.

Dopo che avremo riempito e protetto a dovere l’interno del nostro cartone, possiamo passare alla parte esterna.

Come proteggere l’esterno del cartone

Per chiuderlo sarà necessario utilizzare del nastro adesivo largo almeno 5 cm. Assicuriamoci che questo aderisca bene alle superfici, e che vada a sigillare perfettamente tutti i punti di giunzione. Dopo che ci siamo assicurati di aver chiuso per bene tutte le aperture, possiamo avvalerci della pellicola estensibile.

Con questa pellicola, che ha uno spessore maggiore della comune pellicola trasparente, non solo andremo a rinforzare il cartone stesso. Questa servirà anche da strato protettivo per la superficie esteriore, che correrà meno rischi di rompersi.

Se dobbiamo effettuare delle spedizioni internazionali, assicuriamoci che l’etichetta sia stampata correttamente, e che compaia su di essa non solo l’indirizzo ma anche il numero di telefono del destinatario oltre all’indirizzo del mittente.

Nicola Vivarelli

“Uomini e donne”, Nicola Vivarelli lascia: il messaggio su Instagram dopo la puntata

Francesco scomparso ad Andria

Andria, sedicenne scomparso: l’identikit diffuso da “Chi l’ha visto”