in

Coppia gay minacciata e insultata, condomini denunciati: “Siete il cancro del palazzo”

Hanno iniziato con minacce ed insulti, poi distruggendogli la macchina. Siamo a Torino ed è l’ennesimo atto di omofobia a discapito di una coppia. Nel palazzo qualcuno non voleva tra i condomini una coppia gay, nel quartiere periferico Barriera di Milano.

Stando a quanto riporta il quotidiano La Stampa, la coppia ha denunciato ai carabinieri l’atmosfera di paura in cui sono costretti a vivere nel palazzo in cui risiedono, tra insulti e minacce dettate dall’omofobia. Fino ad arrivare a biglietti anonimi e all’auto vandalizzata. “Per adesso ci limitiamo alla macchina, presto vi manderemo via da questo condominio. Quelli come voi non sono graditi”, si legge in un biglietto lasciato nella cassetta della posta dopo l’avvenuto danneggiamento della macchina.

Torino coppia gay minacciata e auto distrutta, condomini denunciati

Solo pochi mesi fa la coppia era stata costretta a subire altre minacce e insulti. Cominciando con altri biglietti in cui venivano definiti “un cancro per il palazzo”, poi con il nottolino spaccato. I bigliettini sono stati attaccati sulle porte dell’ascensore e per le scale, nelle parti comuni. Diverse righe di insulti, niente firma. Da allora i messaggi hanno continuato ad arrivare, così come le tensioni. Beghe di condominio che però sono degenerate, fino alla proposta di raccogliere firme per far andare via la coppia. Fino al danneggiamento dell’auto, che ha costretto la coppia a denunciare il fattaccio. Dell’episodio ha parlato anche la sindaca uscente di Torino, Chiara Appendino, che condanna l’accaduto. “Anno 2021 e i cancri da estirpare rimangono l’odio e l’ignoranza”, ha scritto l’ormai ex prima cittadina su Twitter.

Batterio killer e 89 neonati morti in ospedale a Verona: 7 gli indagati

Seguici sul nostro canale Telegram

Covid oggi 3.235 casi e 39 morti, in calo i ricoverati e attuali positivi sotto quota 90mila

Vulcano Stromboli esplosione avvertita in tutta l'isola

Stromboli, forte esplosione del vulcano: detriti lavici per tutta la costa