in

Coronavirus task force di 300 medici per le zone più colpite: bando urgente

Emergenza Coronavirus Italia. Sei un medico? C’è bisogno di te. Nelle zone più colpite dal Covid-19. Dal 20 marzo è online la piattaforma per inviare la domanda. È sufficiente compilare il Form entro le ore 20 di oggi. È previsto alloggio, una indennità giornaliera e il rimborso spese. Una task force per fronteggiare l’epidemia devastante che ha colpito soprattutto il nord del paese.

Coronavirus Task force medici

Coronavirus task force di 300 medici per le zone più colpite: bando urgente

«Fino a 300 medici arriveranno da tutta Italia a sostegno delle zone più colpite dal Coronavirus. Siamo al fianco delle comunità che sono in prima linea nell’affrontare questa emergenza. Continuiamo a combattere questa battaglia insieme a loro», sono le parole del premier Giuseppe Conte. La Presidenza del Consiglio dei Ministri, assieme alla Protezione Civile, e su proposta del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, ha deciso di creare una task force di medici provenienti da ogni parte d’Italia da poter mandare nei territori con le maggiori criticità sanitarie. Sul sito ufficiale del Governo si legge che è online la piattaforma per l’invio della propria candidatura. In merito il capo della Protezione Civile ha firmato oggi un’ordinanza, che è stata trasmessa per l’intesa alle Regioni. La task force conterà fino a un massimo di 300 medici, con partecipazione su base volontaria. Il personale, selezionato per rispondere alle esigenze maggiormente richieste, opererà a supporto delle strutture sanitarie regionali.

coronavirus 300 medici

«Continuiamo a combattere insieme questa battaglia»

Sul sito della Protezione Civile l’appello forte ai medici: “Sei un medico? Il tuo aiuto è importante per l’emergenza Coronavirus. (…)  Se vuoi dare il tuo contributo, compila il form per dare la disponibilità a prestare la tua attività presso le Regioni maggiormente colpite. Se il tuo profilo sarà ritenuto idoneo verrai contattato da Dipartimento per definire nel dettaglio le modalità di impiego”. La partecipazione alla task force sarà obbligatoria per il datore di lavoro fatta eccezione per le strutture convenzionate per le quali la possibilità di far parte al piano avviene su base consensuale. Quest’ultima prevede, inoltre, il rimborso delle spese di viaggio ed una indennità forfettaria per ciascuna giornata prestata, nella misura indicata nella Ordinanza allegata. Le Regioni stesse provvederanno alla sistemazione alloggiativa. 

leggi anche l’articolo —> Coronavirus, trovata molecola che gli impedisce di replicarsi: la scoperta in Germania

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Emily Ratajkowski Instagram

Emily Ratajkowski Instagram, la scollatura è da capogiro: «Sto per svenire!»

Francesca Del Taglia oggi, forme ‘esuberanti’ nel micro costume: «Più piccolo non c’era?»