in

Coronavirus, dagli Usa ospedali da campo e macchinari: «L’Italia è un paese che amiamo»

«L’Italia è un Paese che amiamo. La nostra amicizia è ora più forte che mai», così ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e non si tratta soltanto di parole. Dagli Usa sono arrivati numerosi aiuti per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. In dono due ospedali da campo, uno donato dalla Ong americana Samaritans Purse e l’altro dalla Us Army, ma anche un En-Route Patient Staging System (Erpss) nella base di Aviano. Si tratta di un’unità di terapia intensiva trasportabile, che può contenere fino a 40 pazienti in 24 ore.

coronavirus

Coronavirus, dagli Usa ospedali da campo e macchinari: «L’Italia è un paese che amiamo»

L’epidemia di Covid-19 si sta diffondendo a macchina d’olio. Nel mondo si superano 340mila casi di contagio. Secondo i dati resi pubblici dalla Johns Hopkins University, i guariti sono quasi 99mila, i morti 14.700. 1,7 miliardi di persone di oltre 50 Paesi diversi devono restare a casa. Evitare contatti con l’esterno e limitare rapporti sociali è l’unica arma che abbiamo contro il coronavirus. Nonostante gli Usa siano il terzo stato con più decessi, dopo Italia e Cina, Trump ha deciso comunque di tendere una mano alla nostra penisola. Non possiamo negarlo, tra i paesi che più ci hanno aiutato, come Russia e Cuba, gli Stati Uniti. Aiuti che si concretizzano con l’invio di macchinari, dispositivi di protezione e tutto ciò che occorre per costruire in tempi record ospedali da campo capaci di alleggerire il carico dei nosocomi italiani oramai al collasso.

coronavirus italia

«Siamo orgogliosi», le parole dell’ambasciatore Eisenberg

Un annuncio confortante era stato quello dell’ambasciatore americano a Roma Lewis Eisenberg, il quale aveva fatto sapere che «l’ospedale da campo da 68 posti donato dalla Ong americana Samaritans Purse è arrivato a Cremona ed è in allestimento». Dalle parole ai fatti. Sempre questi in un tweet aveva ribadito la forte solidarietà: «Siamo orgogliosi di vedere le aziende Usa accanto all’Italia in questo momento critico Covid19: grazie a Biogen per la donazione di 10 milioni di dollari a supporto delle comunità colpite e per l’impegno economico a sostegno della Croce Rossa».

coronavirus italia

Coronavirus, direttore generale Oms: «Il personale sanitario può svolgere efficacemente il proprio lavoro se in sicurezza»

E mentre in Europa ci si prepara al picco, gli Stati Uniti fanno i conti con 40mila casi positivi e almeno 472 morti. L’aggravarsi dell’emergenza, che ha messo in ginocchio Italia, Spagna e Francia, ha spinto il presidente degli Stati Uniti ad attivare la Guardia nazionale per New York, California e Washington, i centri più colpiti dall’epidemia. Qui saranno creati degli ospedali da campo per una capacità totale di 4mila posti letto. Una battaglia difficile da vincere, soprattutto perché l’Oms continua a ricevere notizie di medici e infermieri contagiati. Il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus nel briefing da Ginevra ha detto: «Il personale sanitario può svolgere efficacemente il proprio lavoro solo quando può lavorare in sicurezza. (…) Anche se facciamo tutto il resto nel modo giusto, se non diamo la priorità alla protezione degli operatori sanitari, molte persone moriranno perché l’operatore sanitario che avrebbe potuto salvare loro la vita è malato».

leggi anche l’articolo —> Olimpiadi Tokyo 2020, ora è ufficiale: rinviate al 2021

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

ludovica pagani

Ludovica Pagani Instagram, provocante nel suo mini top: «Sei troppo f**a»

Giulia Calcaterra Instagram

Giulia Calcaterra Instagram, il lato B emerge tra le onde: «Paradisiaca!»