in

Covid, il bollettino di oggi: 33.979 nuovi casi e 546 morti, +116 in intensiva

Covid bollettino 15 novembre 2020, dal Ministero della Salute i numeri ufficiali sull’andamento della pandemia in Italia. Sono 33.979 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Italia su 195.275 tamponi eseguiti, con un tasso di positività quindi del 17,4%, in crescita rispetto a ieri (16,4%). Ancora elevato il numero di decessi nelle ultime 24 ore, 546, due in più di ieri. Il totale dei morti per Covid da inizio emergenza in Italia è ora di 45.229. (segue dopo la foto)

Covid bollettino 15 novembre 2020

Gli attuali positivi salgono a 712.490, sono 24.055 in più di ieri. I ricoverati in terapia intensiva sono 3.422: rispetto a ieri sono 116 in più. Il totale dei guariti è di 420.810 (+9.376). In tutto da inizio pandemia in Italia hanno contratto il virus 1.178.529 persone. Per quanto riguarda le singole regioni, altri 8.060 nuovi contagi in Lombardia, 3.771 in Campania, 3.682 in Piemonte. Nel Lazio sono 2.612, in Calabria 344.

Covid bollettino 15 novembre 2020: in Campania oggi 3.771 nuovi casi, superati i 1000 morti da inizio pandemia

Sono 3.771 i casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall’analisi di 24.948 tamponi. Dei 3.771 nuovi positivi, 557 sono sintomatici e 3.214 sono asintomatici. Il totale dei casi di coronavirus registrati in Campania dall’inizio dell’emergenza sale a 111.187, mentre i tamponi complessivamente esaminati sono 1.267.12. Sono 725 i nuovi guariti: il totale dei guariti è 21.901.

Superati in Campania i mille decessi legati al coronavirus. Nel bollettino odierno diffuso dall’unità di crisi della Regione Campania vengono riportati 35 nuovi decessi, specificando però che si tratta di persone morte tra il 30 ottobre e il 14 novembre. Il totale dei decessi dall’inizio della pandemia da Covid-19 in Campania sale così a 1.029.

Locatelli, presidente Consiglio superiore sanità: “Cominciamo a vedere l’effetto delle prime misure”

“Cominciamo a vedere l’effetto delle prime misure” prese dal governo per cercare di arginare la diffusione del Covid-19. Lo afferma Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e componente del Cts, ospite della trasmissione tv Mezz’ora in più. “L’indice di contagiosità attualizzato è sceso in maniera importante nel Paese, da 1,7 a poco più di 1,4. Se uno paragona i numeri di ieri con quelli del venerdì precedente abbiamo più o meno 2.500 contagiati di meno. Il numero dei ricoveri si è ridotto di più della metà e si è ridotto abbondantemente del 50% anche il numero dei ricoveri nelle terapie intensive. Cominciamo a vedere tutti gli effetti delle misure che sono state prese”, conclude Locatelli. >> Tutte le notizie sul Coronavirus

Written by Andrea Monaci

49 anni, è direttore editoriale di Urbanpost.it fin dalla sua fondazione nel 2012. Ha iniziato la sua carriera nel 1996, si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto per "Il Secolo XIX", "Lavoro e Carriere", "La Voce dei Laghi", "La Cronaca di Varese".

Locatelli

Il Covid-19 ha iniziato a circolare in Italia nel settembre 2019: lo conferma uno studio

Stati Generali M5S, Conte: “Se essere coerenti non è utile al Paese, si ha l’obbligo di cambiare idea”