in

Covid, donna italiana positiva alla variante inglese: forte carica virale

È stata isolata anche in Italia la variante inglese del Covid: sono stati i laboratori dell’Ospedale militare del Celio di Roma a sequenziare il genoma del virus. L’annuncio in una nota del Ministero della Salute: “Il Dipartimento Scientifico del Policlinico Militare del Celio, che in questa emergenza sta collaborando con l’Istituto Superiore della Sanità, ha sequenziato il genoma del virus SARS-CoV-2 proveniente da un soggetto risultato positivo con la variante riscontrata nelle ultime settimane in Gran Bretagna”. Si tratta di una donna, di Roma, il cui convivente era rientrato nei giorni scorsi dal Regno Unito.

Leggi anche >> Covid più contagioso nella seconda ondata: la variante inglese potrebbe mettere a rischio i vaccini?

Covid variante inglese in Italia

Covid variante inglese in Italia: la donna e il suo convivente sono in isolamento

“Il paziente, e il suo convivente – precisa infatti la nota del ministero – rientrato negli ultimi giorni dal Regno Unito con un volo atterrato presso l’aeroporto di Fiumicino, sono in isolamento e hanno seguito, insieme agli altri familiari e ai contatti stretti, tutte le procedure stabilite dal Ministero della Salute”. Secondo quanto emerso – e riferito da Tgcom24 – la donna ha una forte carica virale. Avrebbe fatto il tampone nei giorni scorsi, probabilmente in un drive-through. Sebbene la preoccupazione sia crescente, il ministro della Salute tedesco Jens Spahn avrebbe rassicurato sull’efficacia dei vaccini: “Gli esperti dell’Unione europea – ha riferito all’emittente pubblica Zdf – ritengono che i vaccini esistenti contro il Covid siano efficaci anche per la variante del virus identificata in Gran Bretagna”.

Covid variante inglese in Italia

“La capacità di diffusione è di circa il 70% più significativa”

Anche il Direttore Generare della Prevenzione del Ministero della Salute Gianni Rezza pare confermare le parole del ministro tedesco: “La variante di Sars-CoV2 che sta circolando in questo momento a Londra e nel sud est dell’Inghilterra, – ha spiegato – presenta delle mutazioni sulla proteina di superficie del virus, la cosiddetta Spike”. Ma “nonostante si ipotizzi che queste mutazioni possano aumentare la trasmissibilità del virus, non sembrano alterare né l’aggressività clinica né la risposta ai vaccini”.

Intanto, per tutelare il Paese, l’Italia ha deciso di bloccare i voli per la Gran Bretagna. Si tratta di una misura precauzionale, ha spiegato il ministro della Salute, Roberto Speranza a Mezz’ora in più, “per dare ai nostri scienziati la possibilità di comprendere la portata del virus che abbiamo di fronte”. E, sulla variante inglese del Covid ha precisato: “La capacità di diffusione è di circa il 70% più significativa”. >> Piano pandemico nazionale non aggiornato, la versione di Ranieri Guerra

Solstizio d'inverno oggi 21 dicembre

Solstizio d’inverno oggi 21 dicembre: perché è il giorno più corto dell’anno

Alex Zanardi come sta

Come sta Alex Zanardi, il campione inizia a stare meglio: progressi incoraggianti