in

Crisi governo, “Conte prenda atto, questa esperienza è finita”: l’affondo di Teresa Bellanova

Crisi governo, Conte dovrebbe “prendere atto che questa esperienza di governo è conclusa”. Per Teresa Bellanova, ministro delle Politiche agricole ed esponente di Italia Viva, una svolta nell’esecutivo sembra inevitabile. Pare proprio che il partito di Renzi non ne possa più. Per il capodelegazione di Iv bisogna «provare a capire se si è in grado di riscrivere un nuovo patto di governo: io credo lo capiscano anche i bambini che ormai questa è un’esperienza consunta e che a questa agonia bisogna mettere fine». Dichiarazioni pesanti a “Il Messaggero”, rilanciate in queste ore da siti come “Libero” e “TgCom24”. Parole forti che sottolineano la frattura sul piano del Recovery Plan proposto dall’esecutivo guidato dal premier Conte. Uno strappo che non si ricuce.

Bellanova

Crisi governo “Conte prenda atto, questa esperienza è finita”, l’affondo di Teresa Bellanova

«Non abbiamo mai fatto né una questione personale né tantomeno di nomi. A noi va bene chiunque sarà in grado di garantire quella discontinuità che chiediamo ormai da mesi. Se è lo stesso Conte, o qualcun altro, esito di una nuova sintesi tra le forze di maggioranza, tutto sommato poco cambia rispetto all’enorme posta che è in gioco», ha spiegato la Bellanova al “Messaggero”. E sembra quello della ministra un ultimatum. Sul Recovery, invece, bisogna «andare quanto prima in Cdm e approvare il Piano. Non siamo mai stati e non saremo noi a bloccarlo. Finché ci sarà lo spazio per migliorarlo lo faremo. Ma se il Piano puntuale non dovesse arrivare almeno 24 ore prima del Cdm, allora evitassero di convocarmi. Quel Piano non è di Conte, né di Gualtieri, né di Bellanova. È  il Piano strategico di un Paese che si rimette in marcia». A proposito del Mes la Bellanova ha detto: «Serve al Paese e ai cittadini che hanno diritto ad una sanità che funzioni. Se tutto questo per i 5 Stelle vale meno di un feticcio ideologico è un problema loro».

Bellanova

Parole pesantissime quelle della ministra

Infine, conclude, «se Bellanova e Bonetti si dimettono verrà meno una delle forze che hanno dato vita a questo governo, la sua anima riformista, una componente politica che ha lavorato solo ed esclusivamente nell’interesse del Paese, ha posto temi seri e rilevanti, ci ha sempre messo la faccia. Quello che farà Conte non lo so». Leggi anche l’articolo —> Scuola non riapre, l’«ira funesta» dell’Azzolina: «Un giochino…», cosa ha detto al telefono

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

L’Influencer di fitness morta di cancro a 27 anni: aveva un tumore alle ovaie

Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione crisi

Rosa Perrotta torna a parlare della crisi con Pietro Tartaglione: «Stiamo cercando il nostro equilibrio»