in

Digitale terrestre, il “test del telecomando” per capire se dovrai cambiare la tv

La fase di transizione verso il nuovo digitale terrestre è già iniziata e da oggi, venerdì 17 gennaio 2020, sarà possibile un nuovo “test del telecomando” per capire se il televisore in nostro possesso è abilitato a ricevere i nuovi canali o se, purtroppo, sarà destinato ed essere sostituito. Le due emittenti principali, Rai e Mediaset, si stanno già muovendo in direzione del DVB-T2 ed hanno predisposto entrambe dei canali test per accertare che l’apparecchio possa ricevere le nuove frequenze.

digitale terrestre test

Digitale terrestre: come procedere al “test del telecomando”

Il cosiddetto “test del telecomando” può essere effettuato in totale autonomia e prevede che ci si colleghi ai canali predisposti per verificare la funzionalità del televisore in vista del nuovo digitale terrestre. Il passaggio, obbligatorio a partire da giugno 2022, contempla un nuovo standard di trasmissione per il quale potrebbero essere necessari apparecchi diversi da quelli ad oggi in uso. Per capire, dunque, se la tv è abilitata alla ricezione dei nuovi segnali, si può usufruire del suddetto test.

Per quanto riguarda Mediaset, basta sintonizzarsi sul canale 200 e appurare che sullo schermo appaia la dicitura “Test HEVC Main10”, che identifica il nuovo protocollo di trasmissione e indica che il televisore ha ‘raggiunto’ il canale ed è abilitato alla ricezione del segnale. In caso contrario, se lo schermo diventa nero, sarà necessario procedere come segue: o risintonizzando tutti i canali e tentando di agganciare nuovamente il canale 200, o verificando che il 200 non sia già occupato da un’altra emittente.

digitale terrestre test

Bonus tv e decoder: chi può usufruirne

Le stesse modalità di verifica sono disponibili a partire da oggi, venerdì 17 gennaio 2020, per l’azienda pubblica. Per il “test del telecomando” dei canali Rai, bisognerà però digitare il 100. Se dopo tutti i passaggi richiesti lo schermo continuerà a restituire l’immagine nera, toccherà cambiare il televisore o integrarlo con un decoder di ultima generazione che consenta la ricezione del nuovo standard di trasmissione. Per l’acquisto dei nuovi apparecchi sono previsti degli incentivi fino al 31 dicembre 2022. Si tratta di risorse stanziate dal governo per il “bonus tv e decoder” pari, in totale, a 151 milioni di euro. Lo sconto da applicare al momento dell’acquisto sarà al massimo di 50 euro, inferiore se il dispositivo prescelto costerà meno di tale cifra. Il diritto al bonus spetta alle famiglie con un reddito complessivo (Isee) di 20 mila euro.

digitale terrestre test

Leggi anche —> Inps, pensioni gennaio 2020 più basse per errore: come avverrà il rimborso delle somme

Michela Quattrociocche Instagram, il pigiama aperto rivela l’intimo rosso: «Affascinante!»

Teresanna Pugliese

Teresanna Pugliese Instagram, irresistibile body sgambato aderente: «Pazzesca»