in

Potenza, Dora Lagreca morta dopo un volo dal quarto piano: ascoltato il fidanzato

Dora Lagreca morta dopo un volo dall’ultimo piano. Giallo sul decesso dell’ex modella a Potenza. Prima della tragedia, la giovane avrebbe avuto una lite con il fidanzato, che non è al momento indagato. Intorno alle due al 112 è arrivata la segnalazione del cadavere in strada al comando di Polizia. Immediati i soccorsi e la corsa al vicino ospedale “San Carlo”, che però sono stati inutili. Se si sia trattato di un suicidio o di un omicidio saranno l’autopsia sul cadavere e le indagini dei carabinieri a determinarlo. Il riserbo degli inquirenti è totale.

leggi anche l’articolo —> Limbiate, versa tanica di benzina addosso alla moglie dopo una lite: arrestato 40enne

Dora Lagreca

Potenza, Dora Lagreca morta dopo un volo dal quarto piano: ascoltato il fidanzato

È avvolta nel mistero la morte di Dora Lagreca, deceduta subito dopo una violenta lite con il fidanzato. Le urla, le minacce di farla finita prima; poi la caduta giù dal quarto piano della mansarda dove viveva in affitto col compagno, di fronte il parco dei Comuni, una zona residenziale di Potenza. Al momento la morte di Dora Lagreca, 29 anni, originaria di Arenabianca, frazione di Montesano della Morcellina, è inspiegabile. Il procuratore di Potenza Francesco Curcio non ha voluto esporsi: «Stiamo ancora indagando e non è il caso di fare alcuna ipotesi. Lavoriamo cercando di capire quello che è realmente successo in quelle ore». Domani ci sarà l’autopsia sul corpo della giovane, che da poco lavorava come assistente scolastica in un istituto di Tito, alle porte di Potenza.

Dora Lagreca

«Non ce l’ho fatta…», cosa è successo alla giovane

Cosa sia successo tra le mura domestiche l’ha raccontato il suo compagno, anche nei dettagli. Ad un tratto la giovane ha aperto una delle due finestre della mansarda minacciando di farla finita, buttandosi dal terrazzino. Il ragazzo, Antonio, avrebbe sottovalutato il gesto: non è riuscito ad afferrarla. «Non ce l’ho fatta», avrebbe detto rispondendo alle domande degli inquirenti. La giovane è precipitata, lui prontamente è sceso giù per cercare di prestarle soccorso. L’impatto della testa contro un’antenna parabolica che sporgeva sulla facciata dell’edificio non le ha lasciato scampo. Trasportata al vicino ospedale San Carlo la ragazza è morta due ore dopo. Leggi anche l’articolo —> Bimbo ucciso a Città della Pieve: la madre avrebbe filmato il corpo dopo averlo straziato

Seguici sul nostro canale Telegram

No Green pass, Re David (segr. Fiom Cgil): “Massima attenzione all’impoverimento delle persone e al malcontento”

Marco Tagliabue

Sondrio, incidente in moto sulla Statale 36: chi è il centauro morto carbonizzato