in

Regionali 2020, i risultati: tra Centrodestra e Centrosinistra finisce 3 a 3 – LIVE

22:19 – Dati ufficiali del Ministero degli Interni. In Puglia, quando siamo l 20% circa di sezioni scrutinate, Michele Emiliano (Centrosinistra) è al 46,6% contro il 38,8% di Raffaele Fitto (Centrodestra). Poco meno il numero di sezione scrutinate in Campania ma la distanza tra Vincenzo De Luca (Centrosinistra) al 67,8% e Stefano Caldoro (Centrodestra) al 16,51% è abissale. Nelle Marche, quando siamo quasi al termine dello scrutinio, sempre più ampio il divario tra Francesco Acquaroli (Cdx) al 49,1% e Maurizio Mangialardi (Csx) al 37,1%. In Toscana si fa via via più netta l’affermazione di Eugenio Giani, Centrosinistra, al 48,9%, su Susanna Ceccardi, Centrodestra, al 40,1%. In Liguria scrutinio quasi terminato e larga affermazione del presidente uscente Giovanni Toti (Cdx), con il 55,9%, su Ferruccio Sansa (Csx-M5s) al 39,2%. In Veneto infine, Luca Zaia a metà sezioni scrutinate con il 78,5% stravince sul rivale di centrosinistra Arturo Lorenzoni, al 16,5%.

19:52 – Regionali Veneto, dati ufficiali dello scrutinio. Luca Zaia ha vinto le elezioni: non è ancora finito lo spoglio, ma dopo 652 sezioni scrutinate il risultato è ormai chiaro. Il governatore uscente ha conquistato il 75,5% dei cittadini, e così riconferma la sua posizione. Il principale sfidante, Arturo Lorenzoni, si è fermato al 16,44%; il candidato 5S, invece, Enrico Cappelletti, al 3,13%. Significativa la suddivisione delle liste: Zaia Presidente finora ha raccolto il 47,1% dei consensi, mentre la Lega solamente il 14,7%.

19:22 – Regionali Liguria, dati ufficiali dello scrutinio. Con 447 sezioni scrutinate, Giovanni Toti ha conquistato 54,74% dei consensi, mentre il candidato di centrosinistra Ferruccio Sansa il 40,72%. Tutti gli altri rimangono sotto il 3%. “E’ stata una vittoria figlia del lavoro di cinque anni. E’ la vittoria più grande che il centrodestra abbia mai avuto in questo territorio: esattamente 20 punti in più di quando vincemmo cinque anni fa. E’ una vittoria per il centrodestra unito”, ha commentato Toti.

19:14 – Regionali Puglia, dati ufficiali del Ministero degli Interni: prime 28 sezioni scrutinate ed è subito testa a testa tra Michele Emiliano e Raffaele Fitto, come anticipato dagli exit poll. Emiliano è al 42,81%, Fitto al 42,42%.

19:12 – Regionali Toscana. “Ha vinto un modello che si è basato su un buon mix, tra Pd e un candidato che si è fatto aiutare. C’è stata una corsa di gruppo. Firenze ha trascinato la Toscana alla vittoria perché qui Giani ha superato il 60%. Un mix di elementi positivi che si è consolidato negli ultimi giorni”. Così Dario Nardella, sindaco di Firenze, ai microfoni di La7.

19:01Regionali Toscana, dati ufficiali dello scrutinio. Sono 660 sezioni su 3.937, il candidato del Centrosinistra Eugenio Giani ha il 48,06% dei consensi, Susanna Ceccardi del Centrodestra il 41,06%, Irene Galletti (M5S) il 6,29%.

19:00 – “Il risultato chiaro di queste elezioni è la rinnovata forza del Pd. Il partito delle persone, della buona politica e della buona amministrazione. I risultati premiamo il partito unito. Grazie ai candidati, alle elettrici e agli elettori @nzingaretti”. Lo scrive su twitter la ministra Paola De Micheli.

18:23 – Regionali Marche, primi dati ufficiali. Sezioni scrutinate 54 su 1.576, Francesco Acquaroli (Centrodestra) 45,77%, Maurizio Mangialardi (Centrosinistra 38,58%).

17:54 – Regionali Liguria, dati ufficiali dello scrutinio. Prime 20 sezioni su 1.795, Giovanni Toti, candidato del Centrodestra, ottiene il 59,21% dei voti, segue Feruccio Sansa (Centrosinistra e M5s) con il 37,44%.

17:12 – Regionali Toscana, primi dati ufficiali dello scrutinio. Sono 46 sezioni su 3.937, il candidato del Centrosinistra Eugenio Giani ha il 47,84% dei consensi, Susanna Ceccardi del Centrodestra il 42,62%, Irene Galletti (M5S) il 5,71%.

17.05 – Prima proiezione di Swg sulle elezioni in Liguria. Come preannunciato dagli exit poll, secondo le prime analisi delle schede Giovanni Toti è il favorito alla vittoria. Al momento il governatore uscente, infatti, ha conquistato il 53,50% delle preferenze. Ferruccio Sansa, candidato del centrosinistra e del M5S, ha raccolto il 39,50%. Aristide Massardo, infine, il 3,60%.

17.02 – Prima proiezione sulle regionali in Veneto. Non esiste sfida: Luca Zaia, governatore uscente, con una copertura del 5%, è già dato al 73,50%. Imparagonabili gli altri risultati: Arturo Lorenzoni, il candidato del centrosinistra, è ora al 16,70%; Enrico Cappelletti, M5S, al 4,20%.

16.53 – Prima proiezione sulle elezioni nelle Marche. In questa regione, finora la copertura è del 3%. Secondo le schede analizzate, però, il favorito è il candidato del centrodestra, Francesco Acquaroli, con il 43,80%. Lo seguono Maurizio Mangialardi con il 38,70% e Gian Mario Mercorelli con l’11%.

16.51 – Prima proiezione di Swg sulle elezioni regionali in Toscana. Al momento, il primo con il 46,50% è Eugenio Giani. Il governatore uscente scavalca, per ora, la candidata del centrodestra Susanna Ceccardi, la quale fino adesso ha raccolto il 42,30%. Terza poi Irene Galletti del Movimento 5 Stelle, con il 6,10%. La copertura analizzata è del 4%, e il margine d’errore è pari all’1,91%.

16.15 – Elezioni Regionali Marche. Il primo exit pool sulle Marche, realizzato per la Rai dal Consorzio Opinio Italia, dà la vittoria al candidato presidente di Regione del centrodestra, Francesco Acquaroli. Il deputato di Fratelli d’Italia si sarebbe attestato tra il 47% ed il 51%, mentre quello del centrosinistra Maurizio Mangialardi avrebbe ottenuto tra il 34% ed il 38% di preferenze. Parecchio indietro il candidato del M5s Gian Mario Mercorelli, (tra il 7% e il 9%) e quello della lista Dipende da Noi Roberto Mancini (tra 1,5% e 3,5%).

16:05 –  Regionali Veneto. “Aspettiamo i primi dati ufficiali prima di gioire per la vittoria di Luca Zaia in Veneto”, così il deputato della Lega, Lorenzo Fontana, commenta all’Adnkronos i primi instant
poll che danno la vittoria del presidente uscente Zaia alle regionali in Veneto. “Per il referendum ancora non ho visto niente, sto andando alla sede del partito, ma aspettiamo”, prosegue il deputato.

16:02Regionali Liguria. “Il dato del presidente Toti appariva scontato da tempo, è soddisfacente e corrispondente alle attese. Particolarmente negativo Massardo che non supera il quorum del 5%. Adesso bisogna vedere la disputa interna singole coalizioni”. Lo dice all’Adnkronos l’ex ministro ligure Claudio Scajola.

15:55Regionali Toscana, nel comune di Prato l’affluenza alle elezioni regionali è stata del 64,85%, 85%, pari a 86.839 elettori; in provincia hanno votato complessivamente 118.408 elettori, il 64,79%. Per il referendum i votanti sono stati 86.811, cioè il 66,75%.

Elezioni regionali 2020 risultati in tempo reale. Seguiamo in diretta dalle 15 di oggi, lunedì 21 settembre 2020, i risultati delle elezioni regionali 2020. Ricordiamo che si voi per eleggere il presidente e i consigli regionali di Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania e Puglia. La contesa, almeno secondo i sondaggi pre-elettorali, è particolarmente indecisa in Toscana e Puglia, ma c’è grande attesa per il risultato complessivo e sulle possibili conseguenze per il governo. Exit poll, prime proiezioni e poi a seguire i risultati in tempo reale nel nostro consueto live blog elettorale.

Regionali 2020 risultati in tempo reale: gli exit poll

Exit poll Toscana, secondo l’instant poll di Sky il candidato presidente di centrosinistra Eugenio Giani sarebbe davanti alla candidata del centrodestra Susanna Ceccardi. Giani è dato tra il 41 ed il 45% dei voti, mentre la Ceccardi sarebbe tra il 38 ed il 42%. Conferma del fatto che il candidato del centrosinistra sia davanti alla leghista viene anche dall’exit poll Rai, secondo cui Giani sarebbe tra il 43,5 e il 47,5% dei consensi, mentre la Ceccardi avrebbe ottenuto un percentuale tra il 40 ed il 44% dei voti.

Exit poll Puglia, secondo i primi dati pubblicati la sfida tra il governatore uscente dem Emiliano e il candidato di centrodestra Fitto si chiuderà solamente con l’ultima scheda. Sarà un vero e proprio testa a testa, nonostante fino a qualche settimana fa sembrava che la vittoria fosse già tra le mani di Raffaele Fitto. Tutti e due, al momento, vengono dati tra il 39 e il 43%. 

Exit poll Liguria, secondo i primi dati resi noti dal Consorzio Opinio Italia per Rai sulle elezioni regionali in Liguria, il presidente uscente, Giovanni Toti, supera il 50% dei consensi. Al momento, infatti, il candidato del centrodestra sarebbe attestato tra il 51 e il 55%, mentre quello della coalizione Partito Democratico e Movimento 5 Stelle, Ferruccio Sansa, sarebbe tra il 38 e il 42%, considerando una copertura del campione pari all’80%.

Veneto Luca Zaia coronavirus

Elezioni regionali Veneto, Zaia si conferma governatore con il 75%

gina fasan

Addio a Gina Fasan: è stata il primo sindaco donna di Sacile e consigliere regionale