in

Elisa Toffoli, confessione choc sui social: «Un produttore maschilista mi fece male»

Qualche ora fa sul suo profilo Instagram Elisa Toffoli si è lasciata andare ad una confessione dolorosa. La cantautrice, compositrice, polistrumentista, musicista e produttrice discografica triestina ha raccontato sui social la sua esperienza di lotta contro il pregiudizio sessuale. Un retroscena inedito che arriva sull’onda del ‘caso’ sessista verificatosi intorno alla Partita del Cuore e che dimostra quanto certi stereotipi siano ancora radicati purtroppo nella nostra cultura.

leggi anche l’articolo —> Elisa Toffoli, ultimo post spezza in due il cuore dei fan: «Ce la faceva a sopravvivere…»

Elisa Toffoli

Elisa Toffoli, confessione choc sui social: «Un produttore maschilista mi fece male»

«Sei carina, pensa a cantare. Lascia stare la scrittura. Avevo quindici anni e quelle parole mi fecero venire una gastrite che durò per dei mesi. Avrei dovuto lasciar stare anche la produzione, gli arrangiamenti, la curiosità per tanti strumenti, perchè era tutto troppo. Sarebbe bastato sorridere, “mettermi carina”, cantare bene e “tenermi da conto”. Queste sono state le parole di un produttore maschilista in cui sono inciampata prima ancora dei miei esordi. Per me sono state solo altra benzina, amara si, ma pur sempre buona per spingere ancora più giù l’acceleratore», ha dichiarato su Instagram Elisa Toffoli, che nel 2001 ha vinto il Festival di Sanremo col brano “Luce”.

Elisa Toffoli

L’incontro con Tina Turner: «Non lasciamo che nessuno ci dica che questo non è il nostro posto»

E il riscatto c’è stato eccome: «A ventisette anni mi trovavo a Zurigo in studio con Tina Turner per registrare la sua voce, perché ero la produttrice del brano che avevo scritto per il nostro duetto e ne curavo quindi gli arrangiamenti e anche tutti gli aspetti tecnici della registrazione. Lei mi disse “Sono molto orgogliosa di te, donne come te stanno cambiando il mondo. Quando ero giovane io, quello che stai facendo tu oggi qui con me sarebbe stato impensabile», ha confidato sui social Elisa.  Il racconto suo si è chiuso infatti con una delle sue tante soddisfazioni professionali raggiunte a stretto giro dall’esordio. Come a far capire che non bisogna mollare, restare indifferenti e subire. «Non lasciamo che nessuno ci dica che questo non è il nostro posto», ha scritto sul finale la cantante. Leggi anche l’articolo —> Elisa ricorda su Instagram la vittoria a Sanremo nel 2001: la storia di “Luce” e il dolore per il papà

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ELISA TOFFOLI Official (@elisatoffoli)

(Foto Instagram Profilo Ufficiale Elisa Toffoli)  

Barbara D'Urso

Barbara D’Urso “trema”, sostituita da Enrico Papi? “Agitatissima chiede spiegazioni”

fedez vigilanza rai

Concertone, niente audizione in Vigilanza Rai per Fedez: la dura reazione del rapper