in

Fratelli scomparsi in Sardegna, trovata bruciata la loro auto

Davide e Massimiliano Mirabello, due fratelli vibonesi di 40 e 36 anni di San Gregorio d’Ippona, sono scomparsi dalla scorsa domenica. Oggi, la Volkswagen Polo blu di Davide è stata ritrovata nelle campagne di Dolianova, in provincia di Cagliari, totalmente bruciata. Le circostanza della sparizione sono ancora da chiarire e, oltre alla vettura sulla quale i due si sono allontanati, le operazioni di ricerca attivate dalla Prefettura hanno consentito di rivenire delle tracce di sangue non lontano dall’abitazione di uno dei due fratelli.

Fratelli vibonesi scomparsi in Sardegna, trovata bruciata la loro auto

Da domenica nessuno sembra aver avuto più contatti con i due fratelli: allarmati dalla prolungata assenza, sono stati proprio i familiari a denunciare la scomparsa e a far partire le ricerche. I due vibonesi si erano trasferiti da poco in Sardegna, e lavoravano come braccianti agricoli. Secondo quanto riferito dai loro congiunti, però, da tempo erano in lite con una persona: pare che questi dissidi possano essere sfociati addirittura nell’uccisione del cane di Davide, che è stato poi fatto ritrovare morto davanti alla sua abitazione.

Proprio domenica, poi, sembra esserci stata l’ennesima discussione tra Davide e l’uomo in questione. Stando a quanto raccontato dal cugino dei due fratelli, Renato Baldo, Davide dopo la diatriba avrebbe chiamato il fratello Massimiliano e insieme si sarebbero diretti verso l’uomo per chiarire una volta per tutto. Da quel momento, però, dei due fratelli vibonesi si sono perse tutte le tracce: “Sono spariti nel nulla, come risucchiati dalla terra, ma come è possibile che questo possa accadere in un paese dove tutti si conoscono e che nessuno abbia visto o sentito nulla?”, si chiede il cugino Renato. Oggi la loro auto è stata trovata nel mezzo delle campagne, completamente carbonizzata.

fratelli vibonesi

Fratelli vibonesi, l’appello della sorella Eleonora

Anche Eleonora, la sorella di Davide e Massimiliano arrivata da Roma a Dolianova per seguire le ricerche, ha lanciato un appello disperato: “Vogliamo soltanto ritrovare i nostri fratelli. Se avete visto qualche discussione, qualcosa in giro che potrebbe non andare bene, fatecelo sapere, anche in forma privata. Chiamate i carabinieri o contattateci personalmente, mandatemi qualche messaggio privato vi giuro che non vi metto nei casini. Aiutateci.”

Intanto, gli abitanti della zona si stanno mobilitando per velocizzare le ricerche: “Venerdì mattina 14/02/2020 h 09.00.si sta creando un gruppo di ricerca per trovare Massimo e Davide SCOMPARSI da domenica pomeriggio. Servono più persone possibile per poter battere e setacciare più territorio possibile. Diamo una mano tutti, facciamolo per la famiglia, le mogli, e i figli di questi ragazzi”, si legge su Facebook.

>> Tutte le notizie di UrbanPost

Ultimo

Ultimo vola in Africa per aiutare migliaia di bambini: «Una grande emozione»

Francesco Gabbani

Francesco Gabbani super dotato? La foto indubbia delle misure extra-large