in

‘Le Iene’, furbetti del vaccino a Firenze, l’Asl spiega: “Nessuna irregolarità”

Terremoto sull’Asl Toscana Centro dopo il servizio de Le Iene che farebbe luce su una serie di illeciti avvenuti all’hub vaccinale Mandela Forum di Firenze nella distribuzione del siero. Il programma andato in onda ieri sera svelerebbe tecniche e modalità con cui un migliaio di persone si sarebbero iscritte per ricevere il vaccino. Altre si sarebbero infilate dentro all’hub eludendo i controlli e alcune dosi sarebbero state gettate per inutilizzo. Questa mattina i Nas hanno sequestrato la lista dei vaccinati per esaminarla. “Nessuno spreco – spiega l’Asl fiorentina – anzi, abbiamo iniettato più dosi di quelle ricevute”.

>> Toscana, al via test per misurare l’efficacia degli anticorpi e vaccini contro il Covid: tutto sul progetto

vaccini lombardia

Le Iene, il servizio sui vaccini a Firenze

Il servizio montato da Le Iene e andato in onda il 9 marzo avrebbe rivelato gravi irregolarità avvenute all’hub Mandela Forum. Filippo Roma ha incontrato alcuni “furbetti dei vaccini“. Uno degli intervistati racconta di aver saltato la fila nonostante avesse comunque diritto al vaccino. E aggiunge che quel giorno sarebbero avanzate una trentina di dosi di vaccini, che a fine giornata sarebbero state buttate. Infatti, una volta preparata la dose del vaccino nella siringa, dopo un certo numero di ore, il farmaco non è più valido per la somministrazione. Un secondo testimone racconta di essere stato chiamato da un suo referente nell’hub, “perché stavano avanzando dosi e quindi, se non le avessimo fatte, le avrebbero buttate via”.

Un migliaio di persone si sarebbero iscritte per ricevere il vaccino senza averne diritto, tramite l’accesso indicato come “Altro” sulla piattaforma destinata agli insegnanti. Nel servizio interviene anche il consigliere di Fratelli d’Italia Francesco Torselli. Egli racconta che, essendo entrato nel centro vaccinale per capire come funzionava l’organizzazione, un medico gli avrebbe offerto di vaccinarlo, per evitare di sprecare dosi che stavano avanzando. Anche La Nazione ha denunciato irregolarità dello stesso stampo.

“Nessuna irregolarità”, spiega l’Asl

“Nessuno spreco di vaccini al Mandela Forum di Firenze, nessun abuso rilevato, ma saranno effettuati ulteriori approfondimenti”. Da quanto sin qui verificato da parte dell’Asl Toscana Centro “non sono emerse anomalie nel sistema organizzativo delle vaccinazioni erogate presso l’hub di Firenze. L’argomento è stato occasione questa mattina anche di un incontro con i Nas di Firenze”, fa sapere la Asl dopo il servizio della trasmissione tv Le Iene. Al contrario, spiega l’Asl Toscana centro, Il personale ha iniettato 17 dosi in più rispetto a quelle consegnate. “Risulta pertanto non veritiero che dosi residue di vaccino vengano gettate via. Le 17 dosi in più sono state ottenute grazie all’utilizzo, in alcuni casi, dell’undicesima dose estratta dalle fiale multidose del vaccino, possibilità esplicitata dall’Aifa solo pochi giorni fa”, precisa la Asl.

Roma bimba 16 mesi positiva morbillo

Vaccini Firenze: “Nessuno spreco”

“Al momento il sistema sta funzionando, senza nessuna falla. Nel caso in cui dovessero emergere delle incongruenze, prenderemo i dovuti provvedimenti – afferma il dottor Paolo Morello, direttore Generale Asl Centro -. Si sta procedendo a verificare che tutti i nominativi di persone che hanno ricevuto il vaccino, secondo il sistema del “last minute” siano rigorosamente facenti parte delle categorie autorizzate. Comunque tale condizione non supera mediamente l’1% delle vaccinazioni effettuate giornalmente. L’Asl precisa infine che il vaccino Moderna utilizzato al Mandela Forum è utilizzato per i volontari che operato sul territorio (118 e trasporto sanitario). Pertanto, spiega l’Asl, “non infrequentemente accade che interi nuclei familiari, iscritti da tempo presso le Associazioni di volontariato, effettuino tale vaccinazione”.

“E’ il centro più efficiente della Regione: nonostante gli scarsi rifornimenti, il sistema funziona e nessuna fiala viene sprecata. Se una persona non si presenta viene chiamato un agente della polizia a sostituirla. Avanti, senza sosta”. E’ la dichiarazione del sindaco di Firenze, Dario Nardella, raccolta da La Nazione.

Le Iene vaccini Firenze: le indagini

La procura di Firenze ha aperto un fascicolo conoscitivo senza ipotesi di reato né indagati. Questa mattina, i carabinieri del Nas si sono presentati negli uffici dell’assessorato regionale alla Salute per sequestrare la lista con nomi e cognomi. Lo scopo è individuare chi abbia saltato la fila godendo eventualmente di favori da parte del personale. >> Tutte le news di UrbanPost

La Lega esulta per l’operazione senza consenso governativo sul vaccino russo

Angela Melillo

Chi è Angela Melillo, vita privata e carriera: tutto sulla showgirl italiana