in

Toscana, al via test per misurare l’efficacia degli anticorpi e vaccini contro il Covid: tutto sul progetto

Vaccino Covid efficacia, al via progetto sperimentale in Toscana. Tra le tante domande che tormentano gli Italiani in queste ore alcune sono più prepotenti di altre: «Ma il vaccino funziona?», «È efficace contro le varianti?», o «Ho preso il Covid mesi fa dunque sono al riparo da una seconda infezione?». Quesiti a cui oggi è possibile dare una risposta grazie al test “Access Sars-Covid 2 lgG II“, che rivela appunto il livello di “copertura“ dalla malattia. Tra i primi a dare la notizia “La Nazione”, che spiega come alcuni ricercatori siano già al lavoro.

leggi anche l’articolo —> Medici di famiglia vaccini, Magi (Omceo Roma): «Nessun rifiuto tra i dottori, la verità è un’altra»

vaccino covid toscana

Vaccino Covid efficacia: al via in Toscana test per misurare copertura anticorpi

“Access Sars-Covid 2 lgG II“ si chiama così il test che darebbe informazioni circa il livello di copertura della malattia. Al momento è abilitato ad eseguirlo una cinquantina di laboratori in Toscana tra cui il lucchese Check Up. «Si tratta di un test che ricerca e rivela gli anticorpi sviluppati contro proteina Spike del Covid. Abbiamo kit specifici per eseguire il test. Consiste in un semplice prelievo di sangue e costa 25 euro», ha spiegato a “La Nazione” Stefano Santi, titolare di Check Up e referente di Assosanità-Confesercenti.

«Sono ottimi strumenti in grado di intercettare la nostra risposta anticorpale al virus. Se la copertura c’è il range può andare da un minimo di 1 al massimo di 100», ha aggiunto Santi. È «un test importante. Per questo l’equipe del nostro centro si è messa a disposizione per eseguirlo una volta al mese, post vaccino o post Covid, per fornire dati utili sulla tenuta della copertura anti-virus».

vaccino covid efficacia

Bezzini: «Ci muoviamo a 360 gradi, per raccogliere più informazioni possibili su un virus fino a poco tempo fa sconosciuto e che continua a mutare»

Via libera dalla Giunta regionale al progetto pilota di monitoraggio dell’efficacia della vaccinazione anti Covid negli operatori sanitari toscani. Nel comunicato arrivato dall’Agenzia Toscana Notizie e pubblicato tra i tanti dal sito “Expartibus”: «In Toscana abbiamo avviato la campagna vaccinale in coerenza con le disposizioni nazionali della fase 1, somministrando il vaccino agli operatori sanitari, fase che stiamo per concludere. Per tutelare i lavoratori in ambito sanitario e, di conseguenza i pazienti, abbiamo ritenuto opportuno valutare l’efficacia e la durata della protezione immunitaria del vaccino inoculato al personale sanitario. Studiando lo sviluppo degli anticorpi non solo per prevenire il rischio di infezioni tra gli operatori sanitari già vaccinati, ma anche per estendere gli esiti di questa indagine al resto della popolazione, a tutela della salute pubblica», ha spiegato l’Assessore alla sanità Simone Bezzini. E ancora: «Ci muoviamo a 360 gradi, per raccogliere più informazioni possibili su un virus fino a poco tempo fa sconosciuto e che continua a mutare. La ricerca scientifica è uno strumento strategico per ampliare le nostre conoscenze e attrezzarci di conseguenza».

Il progetto ha la durata di un anno ed è promosso e coordinato dal settore regionale Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di lavoro della Direzione Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale. Tutto questo con il supporto del Cerimp, Centro regionale infortuni e malattie professionali. Del gruppo di lavoro dei medici competenti delle Aziende Sanitarie e Ospedaliero-Universitarie di Firenze, Pisa, Siena. Della Fondazione Toscana Gabriele Monasterio. E infine dei laboratori del sistema sanitario regionale. Leggi anche l’articolo —> Covid, il bollettino di oggi: 19.749 nuovi casi e 376 morti, crescono le terapie intensive

 

Ragazzo scomparso Sassuolo

Alessandro e Stefano spariti nel nulla, su di loro l’ombra delle sette: l’appello dei genitori

La Lega esulta per l’operazione senza consenso governativo sul vaccino russo