in

Addio a Gianni Cavina, l’attore è morto dopo una lunga malattia: carriera e vita privata

È morto questa notte, sabato 26 marzo 2022, a Bologna, dove era nato, l’attore Gianni Cavina. Aveva 81 anni ed era malato da tempo. A dare la notizia il produttore Antonio Avati, fratello del regista Pupi, con il quale Cavina ha girato ben diciassette film, incluso l’ultimo ‘Dante’ ancora inedito, e ben cinque serie tv. “Purtroppo la moglie di Gianni all’alba di oggi ci ha dato questa tristissima notizia. Gianni era già malato ma aveva affrontato con grande forza anche le riprese di ‘Dante”, dove interpreta il notaio Pietro Giardino”, il messaggio commosso.

leggi anche l’articolo —> Chi è Alessandro Orsini, dai presunti legami con Putin al contratto in Rai saltato

cabina

Addio a Gianni Cavina, l’attore è morto dopo una lunga malattia: carriera e vita privata

Ripercorriamo insieme la sua lunga carriera. Nel 1997, Cavina ha vinto il Nastro d’argento al migliore attore non protagonista proprio con un film di Pupi Avati, ‘Festival’. “Aveva le qualità dell’attore completo poteva passare dalle parti più comiche ed esagerate, come quelle che interpretò nei nostri primi film, a ruoli molto sentiti e importanti, che ha portato nei nostri film ma anche in quelli di altri importanti registi, da Luigi Comencini a Marco Bellocchio. C’è un film di Pupi che la Rai ha e che spero che mandi in onda per ricordarlo, ‘Il signor Diavolo’, dove fa un bellissimo ruolo”, ha detto all’«Adnkronos» Antonio Avati.

Gianni cavina

Tanto cinema: indimenticabile la sua interpretazione in “Regalo di Natale”

Dopo aver studiato alla scuola teatrale di Franco Parenti e aver mosso i primi passi nel mondo del cabaret anche accanto a Lucio Dalla, Cavina ha preso la via del cinema. Tante soddisfazioni: tra i ruoli interpretati da lui per Pupi Avati rimane nella memoria quello in “Regalo di Natale”, film del 1986, che lo vede recitare accanto a Diego Abatantuono. Nel 1979 ha preso parte parte a «L’ingorgo – Una storia impossibile» di Luigi Comencini, dove ha recitato con Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, e Marcello Mastroianni. Negli anni Ottanta era nel cast di alcune commedie sexy, come Cornetti alla crema con Edwige Fenech. Ha lavorato parecchio anche in tv: “Il mulino del Po” di Sandro Bolchi nel 1971, “Jazz Band” (1978) e “Dancing Paradise” (1982) di Pupi Avati. Di recente lo avevamo visto in “Una grande famiglia” (2015), serie di successo di Riccardo Milani. Leggi anche l’articolo —> Addio a Taylor Hawkins, il batterista dei Foo Fighters: le cause della morte

Gianni cavina

 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Berlusconi fascina incinta

Marta Fascina incinta, Berlusconi presto papà: l’indiscrezione bomba del direttore di “Novella 2000”

incendio Bergamo

Incendio al centro di Bergamo, evacuato il Mercure Hotel: strada chiusa