in

Governo Conte, approvata la giornata nazionale in memoria delle vittime di errori giudiziari

Governo Conte news. A quasi un anno dall’ultima crisi di governo, ecco che sembra tirare di nuovo un vento di tempesta. Al Senato la maggioranza risente di numeri sempre più risicati, e il rischio di cadere, viste le circostanza, si avvicina. Il tavolo di discussione questa volta è la giustizia, e la proposta della Lega di istituire un giorno di riflessione sul “valore della libertà, della presunzione di non colpevolezza quale regola di giudizio e sul giusto processo”.

>>Leggi anche: Dl semplificazioni, via libera a 130 opere: approvato il testo che si destreggia tra dubbi e criticità

Oggi la maggioranza è andata sotto in Commissione Giustizia, sulla proposta Lega di istituire una giornata per le vittime degli errori giudiziari, che è stata approvata. Doppia vittoria! ✌✌

Pubblicato da Andrea Ostellari su Mercoledì 8 luglio 2020

Governo Conte, approvata la giornata in memoria delle vittime degli errori giudiziari

Con 12 voti a favore e 11 contrari, è passato in Commissione giustizia in Senato il decreto di legge 1686 per l’istituzione della “Giornata nazionale in memoria delle vittime di errori giudiziari“. Il senatore leghista Andrea Ostellari, presidente della Commissione giustizia in Senato, ha commentato con grande soddisfazione l’approvazione. “Anche se il ministro Bonafede finge di non saperlo, nel nostro Paese ogni giorno tre persone finiscono in galera benché innocenti. Per sensibilizzare l’opinione pubblica, proponiamo di istituire una giornata di riflessione sul valore della libertà, della presunzione di non colpevolezza quale regola di giudizio e sul giusto processo. Il testo ora passa all’esame dell’aula. Contiamo sul senso di responsabilità di tanti parlamentari, di tutti i gruppi, per una rapida e definitiva approvazione”, ha dichiarato da Palazzo Madama.

Il giorno prescelto è il 17 giugno, esattamente l’anniversario dell’arresto di Enzo Tortora. Il giornalista, e politico, venne incriminato nel 1983 per associazione camorristica e traffico di droga. Le accuse erano state formulate da soggetti provenienti da contesti criminali. Dopo sette mesi di reclusione fu liberato. Nonostante questo, due pubblici ministeri lo fecero condannare a dieci anni di carcere. La sua innocenza fu dimostrata ufficialmente il 15 settembre del 1986, quando venne definitivamente assolto dalla Corte d’Appello di Napoli.

Giuseppe Conte

Governo Conte, l’istituzione della giornata per le vittime di errori giudiziari rompe la maggioranza

L’istituzione di questa giornata è diventata l’ennesimo motivo di scontro all’interno della maggioranza, ormai palesemente debole. “Spiace che PD e 5S abbiano votato contro il mandato al relatore sul disegno di legge di istituzione della ‘Giornata per le vittime degli errori giudiziari’, nonostante l’esponente di Italia Viva si fosse espresso a favore spaccando, di fatto, la maggioranza”, hanno infatti commentato i senatori membri della commissione Giacomo Caliendo, Franco Dal Mas, Massimo Mallegni e Fiammetta Modena. “Il PD, in particolare, prima ha presentato un emendamento che svuota il corpo della legge, provando a impedire che questa giornata di ricordo diventasse patrimonio di tutti gli italiani, a cominciare dai più giovani, attraverso la celebrazione nelle scuole. Poi lo ha ritirato accordandosi al M5S”, dichiarano i senatori di Forza Italia.

“L’importanza e la necessità di questa legge- continuano- è dimostrata dai numeri: in media ci sono mille innocenti vittime di errori giudiziari all’anno. Oltre 26mila negli ultimi 25 anni. Con questo atteggiamento PD e 5S hanno dimostrato ancora una volta di non avere a cuore la diffusione del valore fondamentale della libertà, e della presunzione di non colpevolezza come regola di giudizio”. >>Tutte le notizie di UrbanPost

Eva Henger Instagram

Eva Henger in costume su Instagram è da cardiopalma: «Quel lato B sembra disegnato!»

Ciontoli nuovo processo, Federico (irriconoscibile) in aula: «Ho paura che qualcuno mi spari»