in

Green Pass, cosa cambia dal 1 maggio: quando non sarà più obbligatorio

Se per quanto riguarda l’utilizzo delle mascherine al chiuso il dibattito è ancora aperto, quando si parla di Green Pass sembra tutto deciso: a partire dal 1 maggio l’addio alla certificazione verde dovrebbe essere ufficiale. A meno che non saltino fuori novità, quindi, gli italiani potranno dimenticarla praticamente per tutte le attività, anche se in modo graduale. Vediamo perciò quali saranno le prime a non richiederlo più.

green pass base e rafforzato

Green pass, cosa cambia dal 1 maggio

Per quanto riguarda l’utilizzo delle mascherine al chiuso la decisione è attesa per la settimana prossima: il dibattito, infatti, è ancora aperto, poiché molti esperti considerano l’ipotesi di abbandonarle un vero e proprio errore. Sopratutto dopo l’aumento dei numeri dovuto alle festività di Pasqua. Non si può dire lo stesso, invece, del Green Pass. Sulla certificazione verde non dovrebbero esserci dubbi: verrà gradualmente tolta a partire dal 1 maggio. Da quel giorno, infatti, teoricamente non dovrebbe più essere richiesta sul lavoro, per entrare nei bar e nei ristoranti, nei cinema, nei teatri, negli stadi e nei palazzetti.

Inoltre, non sarà più richiesto neanche nelle palestre e nelle piscine, nei centri sociali e culturali, nelle discoteche e per entrare nelle feste. Lo stesso varrà anche per i mezzi di trasporto, compresi quelli a lunga percorrenza come i treni, gli aerei e le navi.

ARTICOLO | Covid, il monitoraggio settimanale Iss: incidenza, Rt e occupazione terapie intensive

ARTICOLO | Da oggi la pillola anti covid si potrà ritirare in farmacia tramite prescrizione medica

Stop al Green Pass dal 1 maggio

Gradualmente, quindi, il Green Pass non sarà più richiesto, se non in alcune specifiche situazioni. Fino alla fine dell’anno, infatti, dovranno ancora presentarlo i lavoratori del comparto sanitario, chi lavora negli ospedali e nelle residenze sanitarie assistenziali. Per tutti coloro che, in questo settore, non lo avranno, o che non lo rinnoveranno, scatterà immediatamente la sospensione dal lavoro e verrà bloccato anche lo stipendio fino al 31 dicembre 2022.

Infine, il Super Green Pass sarà obbligatorio anche per coloro che vogliano andare a trovare amici e parenti ricoverati negli ospedali o nelle Rsa. L’obiettivo, infatti, è quello di continuare a tutelare almeno le categorie considerate più a rischio. >> Tutte le notizie di UrbanPost

Seguici sul nostro canale Telegram

bonus bollette

Bollette luce e gas, a chi spetta il bonus: sostegni per 5,5 miliardi

Russia Ucraina Mattarella 22 aprile 2022

Ucraina, Mattarella: “Tornano pagine più buie dell’imperialismo e del colonialismo”