in

Green Pass, in arrivo nuova norma tutta ‘Made in Italy’: ecco a chi può essere revocato

Green Pass revocato ai positivi, è quasi fatta. Nei prossimi giorni è atteso l’ok del Garante della privacy. Il ministro della Salute Roberto Speranza però sta lavorando affinché la misura venga presa anche a livello europeo, in modo che non si creino ambiguità. Al momento c’è la regola secondo cui un positivo al virus commette un grave reato se viola la quarantena. La revoca temporanea della certificazione verde dunque sarebbe una misura tutta Made in Italy.

leggi anche l’articolo —> Vaccini anti-Covid: in Lombardia sarà possibile farli nei supermercati e in metro

green pass revocato

Green Pass, in arrivo nuova norma tutta ‘Made in Italy’: ecco a chi può essere revocato

Secondo le norme vigenti il Green Pass resta valido anche se si risulta positivi al Covid. Ed è una falla nel sistema su cui ha accesso i riflettori proprio Roberto Speranza, che ha sollevato il problema in un question time alla Camera. La delicata questione è stata posta all’attenzione anche dei governatori delle Regioni. «Si è ancora in attesa delle regole europee per la creazione degli elenchi di revoca dei certificati, sia perché, al fine di non creare un ulteriore onere ai medici, è in corso di approfondimento con le regioni la possibilità di prevedere una doppia opzione di revoca, con segnalazione del medico ovvero attraverso il flusso dei tamponi molecolari positivi», ha detto il ministro della Salute un mese fa, rispondendo in aula a Provenza (M5S).

green pass revocato positivi

Le linee guida devono essere ancora definite

È un provvedimento che comporterebbe un maggior scambio dati tra le aziende sanitarie regionali e il ministero della Salute, che dovrebbe aggiornare costantemente la cosiddetta «black list» dei nuovi positivi collegata alla app di controllo dei Green pass VerificaC19 e bloccare, così, le certificazioni dei contagiati, come riferisce La Stampa. Ad ogni modo ancora devono essere chiariti i termini della sospensione del Green pass. Gli addetti ai lavori dovranno decidere quale dicitura dovrà comparire per un positivo che cerca di entrare in un locale con il suo certificato verde. Si tratta di ipotesi: le linee guida devono ancora essere definite. Come riferisce Il Giornale però è probabile che i Green Pass dei positivi portino la dicitura “certificato non valido”, come succede quando scade un certificato da tampone. Leggi anche l’articolo —> Covid, in Italia contagi e ricoveri in aumento: diverse regioni a rischio giallo per Natale, ecco quali

green pass revocato

 

Seguici sul nostro canale Telegram

contagi Covid Italia

Covid, in Italia contagi e ricoveri in aumento: diverse regioni a rischio giallo per Natale, ecco quali

covid galli

“Agorà”, Galli: «Anche chi si sente Rambo finisce con un tubo in gola»