in

“Ha insegnato all’Europa la gioia del sesso”: così la Carrà è celebrata dal “Guardian”

Il giornale inglese “The Guardian” ha dedicato ha Raffaella Carrà un articolo celebrativo, in occasione di un musical italo-spagnolo in cui le canzoni della cantautrice italiana fanno da filo conduttore. Il “Guardian” la celebra come icona culturale che ha rivoluzionato l’intrattenimento italiano, e che ha dato alle donne il potere a letto.

>> Sophia Loren torna davanti alla macchina da ripresa: l’attrice è la protagonista di “La vita davanti a sè”

raffella carrà guardian

La musica della Carrà nella commedia “Explota explota”

“Explota Explota” è una commedia musicale italo-spagnola, diretta da Nacho Alvarez, che sta facendo il giro dei festival del cinema. Sarà al festival del cinema di Torino dal 24 al 28 novembre. La commedia musicale non è una biografia di Raffaella Carrà, ma le sue canzoni ne costituiscono il fil rouge. Il film riflette le visioni disparate sulle relazioni, sulla sessualità e l’intrattenimento nella Spagna cattolica degli anni Settanta, appena dopo la morte del dittatore Franco. La protagonista femminile attira l’attenzione del regista di un varietà. Quando lui la invita a ballare, lei risponde di non essere una ballerina. Il registra mette “Bailo Bailo”, e la protagonista non può ovviamente trattenersi.

Il Guardian celebra Raffaella Carrà

Il “Guardian” celebra la Carrà come l’icona che ha liberato il sesso femminile, ha insegnato loro che non è scandaloso, che è possibile innamorarsi di un uomo gay, e che non tutte le relazioni sono esattamente sane. Tutto ciò, in un perfetto equilibrio tra il sex appeal e l’atteggiamento alla mano. La rivoluzione culturale di Raffaella Carrà, esposta sulla televisione nazionale dell’Italia degli anni 70, accadde prima che Donna Summer cantasse “I feel love”, prima che Cher cantasse “Take me home”, prima di Cyndi Lauper, di Madonna e delle Spice Girls. Secondo il “Guardian”, insomma, la Carrà con il “Tuca tuca” avrebbe fatto di più per la liberazione femminile in Europa che qualsiasi altra controparte europea o internazionale.

La commedia musicale “Explota Explota” nasce in Spagna non proprio a caso. nel 1976 Raffaella Carrà riscosse un enorme successo in Spagna. Francisco Franco era appena morto, e la Carrà presentava “La hora de Raffaella”, “L’ora di Raffaella”, portando nella penisola iberica ciò per cui era diventata famosa in Italia. Nel 2018, il re di Spagna ha celebrato Raffaella Carrà con un’onorificenza “per il merito civile”, per essere un’icona di libertà. >> Tutte le news sullo spettacolo

Carlo Verdone

Carlo Verdone 70 anni di successi, i migliori film: a portargli fortuna un’intuizione della nonna

Ambrogino d'oro 2020

Ambrogino d’Oro 2020 ai caduti per Covid: premiati anche i Ferragnez