in

Daniel Radcliffe sul primo bacio di Harry Potter con Cho: «Momento magico? Devo deludervi»

Questa sera, 10 Dicembre 2020, su Canale 5 a partire dalle ore 21.20 andrà in onda Harry Potter e l’ordine della Fenice. Il film è tratto dal quinto capitolo della saga nata dalla penna di J. K. Rowling. Il quinto anno a Hogwarts si annuncia carico di sfide difficili. Harry non è mai stato così agitato: Lord Voldemort è tornato. Che cosa succederà ora che “Tu sai chi” è di nuovo in pieno possesso dei suoi terrificanti poteri? Toccherà a Harry organizzare la resistenza, con l’aiuto degli amici di sempre. Tra magiche atmosfere natalizie e primi baci Harry Potter cercherà di riportare la tranquillità nel mondo magico. Proprio sulla versione del maghetto innamorato, Daniel Radcliffe in diverse interviste ha raccontato come si svolse la scena del bacio con Cho Chang (Katie Leung).

Leggi anche –> “Harry Potter e il calice di fuoco” stasera su Canale 5: tutte le curiosità sul quarto capitolo della saga

Harry Potter bacio

Daniel Radcliffe e il primo bacio di Harry Potter nel quinto capitolo della saga

In Harry Potter e l’Ordine della Fenice, quinto atto della saga ideata da J. K. Rowling, il confronto tra il famoso maghetto e Lord Voldemort comincia a farsi sempre più serio. Il film viene ricordato però anche per una scena decisamente romantica: il primo bacio di Harry con Cho Chang, interpretata da Katie Leung. In varie interviste, come riportato da Coming Soon, Daniel Radcliffe ha sempre cercato di sminuire la fatidica scena del bacio: «Ma sul serio, col bacio, tutti presumevano sarebbe stato una sorta di grande momento, però è come fare una qualsiasi altra scena, certo la gente è delusa quando mi sente dire così, lo so, ma sfortunatamente è così. […] La gente immagina che queste scene sul set siano come sembrano, sexy, romantiche, appassionate, ma non è così. È una roba in realtà parecchio fredda. Stai in piedi lì, la sua testa è là, ti dicono: “Ti puoi spostare a destra, no, a sinistra, inclina la testa un pochino” e diventa come salire le scale o qualsiasi altra azione. Viene prosciugato di tutta la passione nel processo di ripresa. So che è una cosa triste, odio spezzare l’illusione, però sullo schermo sembra fantastico. Ed è questo ciò che conta». 

I personaggi cancellati

Al regista di Harry Potter e l’ordine della Fenice, David Yates, venne chiesto di ridurre il minutaggio e così alcune scene vennero tagliate, portandosi via diversi personaggi, presenti invece nel romanzo. Il professor Gilderoy Allock, che i fan avrebbero dovuto ritrovare in una sequenza all’ospedale San Mungo, non viene minimamente nominato. Nella stessa scena, Harry avrebbe dovuto conoscere anche i genitori di Neville Paciock. La Stanza delle Necessità nel film viene trovata quasi per sbaglio da Neville. Nel romanzo, invece, è l’elfo Dobby a rivelare a Harry l’esistenza del luogo. Anche l’arrivo del centauro Fiorenzo in sostituzione della professoressa di divinazione Cooman non compare nel film. Infine, nel film è la protagonista del bacio con Harry, Cho Chang, a tradire l’Esercito di Silente. Invece, nel romanzo lo fa una sua amica.

Scandalo al PoliMi per la frase di una docente: «Non sono il vostro schiavo negro»

Caso Regeni: quattro agenti egiziani verso processo per sequestro, lesioni e omicidio