in

Helen Mirren, Premio Flaiano 2020: «Mi piacerebbe lavorare con Checco Zalone»

Helen Mirren accolta da una standing ovation commovente al Teatro d’Annunzio di Pescara, in cui si è celebrata la 47esima edizione dei premi internazionali dedicati ad Ennio Flaiano. All’attrice, nota per film come “The Queen”, “Caterina la grande” e “L’inganno perfetto”, è stato consegnato il riconoscimento del Pegaso d’Oro alla carriera. Nonostante non ci fosse la solita folla degli altri anni, Hellen Mirren è stata accolta con entusiasmo dalle persone presenti nel rispetto delle misure anti Covid. La diva si è mostrata lusingata del premio ricevuto e ha manifestato ancora una volta tutto il suo amore per l’Italia.

leggi anche l’articolo —> Nastri d’Argento 2020, “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo è il “Miglior film dell’anno”

Hellen Mirren

Helen Mirren, Premio Flaiano 2020: «Mi piacerebbe lavorare con Checco Zalone»

Salita sul palco, Helen Mirren ha parlato in italiano, leggendo un messaggio. L’attrice londinese ama molto il nostro paese. La 74enne ha raccontato della sua vita da contadina in Salento, dove ha comprato una casa: «Per me è un grande onore ricevere questo riconoscimento, in nome del gigante del cinema italiano Ennio Flaiano. Non posso spiegare quanto sia importante per me questo premio. È stato proprio un film italiano a farmi appassionare al cinema. Era ‘L’Avventura’, con una incandescente Monica Vitti. Avevo 16 anni e lavoravo come cameriera nel piccolo bed&breakfast di mia zia. Ho potuto vedere il film in un vecchio cinema inglese vicino al mare. La bellezza della lingua italiana e del paesaggio sono stati formativi per me. Mi attrae la potenza di registi italiani come Fellini, Sergio Leone, Visconti, Paolo Virzì, con cui ho lavorato. La mia musa più grande è Anna Magnani», ha confessato l’attrice premio Oscar. 

Hellen Mirren

L’amore per la Puglia: «È stato un film italiano a farmi appassionare al cinema»

Successivamente Helen Mirren, che ha confessato il suo grande amore per la Puglia, non ha nascosto le sue simpatie per Checco Zalone: «Lui è divertente ma anche dotato di un grande cuore. Mi piacerebbe molto poter lavorare con lui. Girerei subito un film con Zalone», ha dichiarato l’attrice, che ha conosciuto il regista ‘indirettamente’ in aereo. La diva era su un volo quando in aereo hanno trasmesso un film del comico Luca Medici. Già in passato, al Festival di Berlino, la 74enne aveva espresso la volontà di collaborare con l’attore: «Come si fa a non amare l’Italia? Vorrei lavorare in qualsiasi film ambientato in Puglia. Adoro Checco Zalone. Ho una casa nel Salento e conduco una vita normale. Partecipo alle feste di paese, vado a fare la spesa e mi dedico al giardinaggio», aveva detto allora l’attrice sorridente.

Helen Mirren smacchia la giacca ad Aldo Baglio durante il Premio Flaiano 2020: «Mi ha salvato la vita»

Ma al Teatro D’Annunzio di Pescara Helen Mirren si è resa protagonista anche di un simpatico retroscena raccontato sui social da un noto attore italiano. «Helen Mirren mi ha salvato la vita», a scriverlo è Aldo Baglio del trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo. In un video postato sulla pagina Facebook del gruppo si vede, infatti, l’attrice che tenta di smacchiare la giacca del collega sporca di vino. Un momento quello al Premio Flaiano 2020 assai curioso, esilarante, filmato dai pochi presenti. leggi anche l’articolo —> Premio Strega 2020, Sandro Veronesi fa il bis con ‘Il colibrì’: «Se partecipi, puoi anche vincere»

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Roberta Ragusa «è stata avvistata in Liguria», clamoroso annuncio della difesa di Logli

Lega, secondo il coordinatore USA Gazzini il razzismo è una forma di libertà e va rispettato