in

Il Monopoly, la storia e le versioni più recenti

Il gioco del Monopoly, conosciuto in Italia anche come Monopoli, è uno dei giochi da tavolo più conosciuto e venduto al mondo, tradotto in più di 40 lingue e giocato in almeno 100 Paesi. Le origini di questo gioco risalgono a quasi un secolo fa, eppure il Monopoly ha subìto diversi cambiamenti nel corso del tempo: le regole del gioco sono state affinate o modificate e ne sono nate, soprattutto, moltissime versioni diverse, tra cui anche alcune in rete.

La storia del Monopoly

Il Monopoly ha fatto la sua prima comparsa in Italia il 5 novembre 1935, ma è stato in realtà ideato dalla statunitense Elisabeth Magie all’inizio del XX secolo, per poi essere modificato in seguito da Charles Darrow, che ne ottenne il brevetto nel 1933. Una volta giunto in Italia, i suoi diritti furono acquistati da Editrice Giochi, la società di Emilio Ceretti. A causa del severo regime linguistico fascista, però, che non accettava il prestito di nomi stranieri all’interno della lingua italiana, il gioco cominciò a essere distribuito con il nome di Monopoli, che restò invariato almeno fino al 2009, quando i diritti furono acquistati da Hasbro e il nome del gioco fu riportato alla sua forma originaria. I toponimi della versione italiana furono ideati dallo stesso Ceretti, che si lasciò ispirare dalla città di Milano: tutt’ora, troviamo nel gioco piazza Accademia, via Marco Polo, corso Cristoforo Colombo, piazza Vesuvio, e molti altri toponimi della città lombarda. Ad essere affinata da Emilio Ceretti è stata anche la classica suddivisione in colori: marrone per le vie, ad esempio, azzurro per le montagne, viola per le aree verdi, e così via.

Le versioni del Monopoly

Oltre a quella del Monopoly classico, esistono ormai diverse varianti di questo gioco, tra cui alcune anche piuttosto innovative. Una di queste è quella del Monopoly live, un gioco da casinò dal vivo che combina le regole del Monopoly con quelle della ruota della fortuna. Un gioco dal funzionamento molto semplice: tutto ciò che si deve fare è piazzare una scommessa su uno dei segmenti (1, 2, 5, 10, 2 o 4 rulli) e sperare che la ruota si fermi proprio sul segmento prescelto. Un’altra variante del gioco è invece Monopoly Star Wars, pensata per il quarantesimo anniversario della saga. In questa versione, le pedine sono una rappresentazione dei personaggi più celebri, tra cui Darth Vader e la Morte Nera, le plaghe del tabellone sono ispirate ad antiche galassie e alla storia dei film, e i giocatori possono utilizzare le carte della Forza. Ancora un’altra versione è quella del Monopoly a tema Friends, ispirato alla celebre serie tv. Anche in questo caso, le pedine si rifanno ad alcuni oggetti rappresentativi dei protagonisti della serie, mentre all’interno del tabellone è possibile riconoscere luoghi come la stanza viola di Monica o lo storico Cafè Central Perk. Il Monopoly ha alle spalle una storia piuttosto antica, ma le numerose versioni innovative che continuano a essere ideate ogni anno contribuiscono a renderlo sempre al passo con i tempi.

gentiloni conflitti interesse

Memorandum Italia-Libia: l’Europa delega il gioco sporco e intanto ci guadagna

Chi è Luca Chikovani, vita privata e carriera: tutto sul giovane attore e youtuber