in

Lago di Garda, arrestato il tedesco che ha travolto Greta e Umberto in motoscafo

5 luglio 2021 – Incidente sul lago di Garda: arrestato il tedesco che era alla guida del motoscafo. Il turista ha travolto la barca su cui si trovavano Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, entrambi morti nell’incidente. Il natante ha sempre sostenuto di non essersi accorto di aver travolto il mezzo dei due giovani italiani: è indagato per omicidio colposo e omissione di soccorso.

incidente lago di garda

L’incidente sul lago di Garda

L’incidente è avvenuto nella notte di sabato 19 giugno all’altezza di Salò, sul lago di Garda. Dopo lo scontro con l’imbarcazione di Umberto, nella notte, il turista tedesco, Patrick Kassen, si era fatto medicare delle ferite. Poi, verso le 5 di mattina, il corpo del 37enne, Umberto Garzanella, era stato ritrovato senza vita su una piccola barca di legno. Visto che sulla barca i soccorritori avevano notato oggetti e vestiti femminili, essi hanno intrapreso le ricerche. A quasi 100 metri di profondità, avevano trovato anche il corpo della 25enne, Greta Nedrotti.

ll padre: “Si sono scusati per lettera”

“Ho visto il video che li riprende quando attraccano al rimessaggio e uno dei due cade in acqua. Il loro motoscafo era danneggiato al punto che stava affondando. Io mi dico: se anche pensi di aver urtato un tronco o uno scoglio fermati comunque, chiama la guardia costiera”. Così dice a Il Messaggero il padre dei Umberto, che ha ricevuto da Patrick Kassen una lettera in cui si scusa. “Hanno ucciso mio figlio e si sono scusati per lettera”, lamenta il padre, che non riesce a darsi pace.

“Non nutro odio nei confronti dei due tedeschi, lo voglio dire chiaramente, ma una cosa non mi va giù. La barchetta di Umberto è stata trovata a cento metri al largo del loro albergo, hanno visto tutto, non dovevano partire. Dovevano restare qui, andare in chiesa ad accendere due candele e poi venire da me, guardarmi negli occhi e chiedermi scusa. Non farci arrivare una lettera dalla Germania, tramite il loro avvocato, in cui non si firmano nemmeno con nome e cognome ma con le iniziali”. (continua a leggere)

ARTICOLO | Funivia del Faito, cabina sospesa nel vuoto per un’ora: panico tra i passeggeri

incidente lago di garda

L’indagato, il 52enne tedesco che era alla guida del motoscafo, è stato fermato al Brennero. Il tribunale di Monaco ha convalidato l’arresto chiesto dalla procura di Brescia. >> Tutte le news di UrbanPost

Fossacesia

Fossacesia incidente mortale, la vittima aveva solo 25 anni: mezzi in fiamme

Omicidio Chiara Gualzetti

Omicidio di Chiara Gualzetti, la madre della ragazza parla con il killer: “Mi ha mentito”