in

Internet down, cosa è successo a migliaia di siti media nel mondo

8 giugno 2021 – Internet down in migliaia di siti media mondiali. Questa mattina le pagine di tantissimi siti di informazione, tra cui il New York Times, la CNN, il Guardian ma anche Il Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport, hanno smesso di funzionare. Il problema è stato risolto e tutto è tornato alla normalità, dopo più di un’ora di crash.

internet down fastly

Errore 503

Errore 503: il server non è in grado di fornire il contenuto richiesto perché guasto o sovraccarico. Tantissime le pagine web di media che negli ultimi minuti hanno risposto così agli utenti in visita sulle loro pagine. Pagine web di mediagroup come New York Times, Bloomberg e CNN hanno smesso di funzionare verso tarda mattinata riportando “Connection failure”, o “Fastly error: unknown domain”.

Cosa è successo

L’errore, infatti, è causato da Fastly, società di San Francisco di cloud service che offre servizi di cloud computing. La società parla sul proprio sito di “Global CDN disruption”, interruzione del servizio ora sotto indagine. “Il problema è stato individuato e stiamo implementando una soluzione”, ha reso noto il provider mentre si pensava a un attacco hacker globale. Non escluso, anche perché non è ancora chiaro il motivo del disservizio.

Fastly, sul Nasdaq (NYSE: FSLY) dal 2019, è uno dei numerosi servizi di hosting di app e siti Web che le grandi aziende utilizzano per fornire contenuti multimediali ai lettori. Invece di ospitare tutti i contenuti del sito su un singolo server, il gruppo inserisce l’infrastruttura cloud in dozzine di posizioni consentendo agli utenti di usufruire dei contenuti attraverso server più vicino a loro e conservando in una memoria cache i file dei siti che non richiedono un continuo aggiornamento. In questo momento, negli scambi pre-mercato di Wall Street, Fastly è in perdita del 6%.

ARTICOLO| Eclissi solare il prossimo 10 giugno: sarà visibile anche dall’Italia

Fastly, Internet down

Colpiti anche siti come Amazon, Twitch, Reddit, Spotify, Le Monde e i portali di vari governi, tra cui quello britannico. Sono i siti internazionali, quindi utilizzati in tutto il mondo, a fare ricorso a Fastly CDN, che detiene una fetta importantissima del mercato. Per questo il down ha interessato così tanti siti internet nel mondo. Nello stesso modo, una volta risolti i problemi di Fastly, tutti i siti hanno ricominciato a funzionare propriamente. >> Tutte le news di UrbanPost

Mara Venier ricoverata

Mara Venier ricoverata, la signora della domenica racconta il suo incubo su Instagram

m5s conte

Malumori nel M5s, Conte sulle spine per le Comunali: “Se non vince a Roma e Napoli è fritto”