in

Isabella Ferrari senza età, classe innata e femminilità da vendere: straordinaria in rosso per i 56 anni

Si regala un lungo post per i 56 anni, ma dona soprattutto ad Instagram una parte intima del suo essere: Isabella Ferrari, bellezza senza età, si apre al social in una confessione. Tempo di riflessioni un po’ per tutti in questa forzata quarantena, ma nel giorno del compleanno forse ancor di più. Cinquantasei anni ieri, martedì 31 marzo, Isabella rimane agli occhi di tutti una donna dal fascino eterno. Di classe e raffinata, la Ferrari esprime la sua eleganza anche nella scrittura: un lungo post in cui mette dentro tutte le sue sensazioni.

isabella ferrari età

Isabella Ferrari, fascino senza età per la neo 56enne

«Compleanno… – è l’esordio dell’attrice – In questi giorni di quarantena ho pianto, per le troppe persone colpite dal lutto, per le storie di chi combatte mettendo a rischio la propria vita e poi ho sorriso ai miei figli per non mostrare troppa angoscia. Mi sono sentita orgogliosa di essere italiana. Ho cucinato ed ho scoperto che devo imparare ancora tanto. Ho fatto ginnastica sul terrazzo condominiale e ho anche ricominciato a dipingere». Condividendo letture e serie tv, la Ferrari accetta consigli dai followers su nuovi libri o lavori televisivi/cinematografici. Poi, proseguendo nell’elencare le attività con cui impegna il tempo in questa quarantena, conclude: «Stasera mi sono vestita per festeggiarmi, ma questa è l’unica cosa che non cambia, da sempre festeggio in casa, con la mia famiglia».

isabella ferrari età

“Meraviglia di donna”

In un fucsia acceso, Isabella posa sensuale ed elegante: l’abito, dalla scollatura a ‘V’ sul decolleté, esalta la sua bellezza. “Un raggio di sole”, dicono gli utenti. “Straordinaria”, una “Donna di classe”, “Sempre più affascinante”, ammirano estasiati da eleganza e raffinatezza. “Azz… Che bella femmina”. “Sei favolosa”, una “Meraviglia di donna”, “Un’attrice sensibile e una donna di carattere”, “Sensazionale” non solo per ciò che appare fisicamente ma anche per la sensibilità e l’autenticità sempre mostrate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Compleanno… In questi giorni di quarantena ho pianto, per le troppe persone colpite dal lutto, per le storie di chi combatte mettendo a rischio la propria vita e poi ho sorriso ai miei figli per non mostrare troppa angoscia. Mi sono sentita orgogliosa di essere italiana. Ho cucinato ed ho scoperto che devo imparare ancora tanto. Ho fatto ginnastica sul terrazzo condominiale e ho anche ricominciato a dipingere . Ho letto #Lartedellagioia di Goliarda Sapienza e #LessicoFamigliare di Natalia Ginzburg, consigli sui prossimi libri sono super accetti. Ho guardato una serie dal titolo THE MORNING SHOW con quelle 2 attrici che amo @jenniferaniston e @reesewitherspoon e poi ho rivisto il film di @martinscorsese_ New York, New York. Con la family abbiamo riscoperto Una vita difficile, con quel genio di Alberto Sordi. Il documentario su Miles Davis mi ha fatto innamorare del talento e dello charme di questo uomo. Ho avuto il coraggio di vedere una serie molto forte che vi consiglio, forse in un altro momento, si tratta di #Chernobyl, per non parlare della mitica serie di @paolosorrentino_real, The New Pope. E ora avete qualche idea da suggerirmi?🙏🙏 Per fortuna esiste zoom con cui faccio lezioni yoga di gruppo e anche lunghe conversazioni con le mie amiche. Inutile dire che non trovo più cassetti da riordinare e ho buttato via tanto passato . Non ho mai fatto una diretta su Instagram perché non sono capace e poi boh, mi vergogno…. 🙂 Stasera mi sono vestita per festeggiarmi, ma questa è l’unica cosa che non cambia, da sempre festeggio in casa, con la mia famiglia #blessed #mybirthday #quarantine

Un post condiviso da Isabella Ferrari (@isabellaferrarireal) in data:

Leggi anche —> Flora Canto Instagram, in bikini in barca è un inno alla libertà: «Sei pervasa di bellezza!»

Fontana

Coronavirus, Fontana: «Non c’è più incremento». Speranza: «Misure restrittive fino al 13 aprile»

Coronavirus, Prociv invia ai medici mascherine sbagliate: «Cose che fanno cadere le braccia»