in

John Malkovich fermato all’ingresso del più famoso hotel di Venezia “perché non ha il Super Green Pass”

John Malkovich, attore, regista e produttore statunitense famoso in tutto il mondo, è stato fermato oggi mercoledì 19 gennaio 2022 a Venezia, all’ingresso di uno dei più celebri hotel della città, perché privo di “super green pass”. Accade anche questo, in un periodo “delirante” di regole e cambiamenti, un ginepraio che può provocare seri danni d’immagine al nostro paese. (Continua a leggere dopo la foto)

John Malkovich senza green pass

John Malkovich non ha potuto pernottare all’hotel Danieli, in quanto non in possesso del super green pass. L’attore di Hollywood, in Italia per girare la serie televisiva “Ripley”, ha dovuto rinunciare alla suite che aveva prenotato. La stanza bloccata a suo nome è stata cancellata dall’hotel stesso. Il Proprietario dello storico edificio affacciato sul bacino di San Marco ha dichiarato di rispettare tutte le norme in vigore. La legge è uguale per tutti, anche e soprattutto in tempi di pandemia. Malkovich ha quindi, dovuto cercarsi una nuova sistemazione. Una casa privata, trovata dai suoi collaboratori è il posto dove attualmente alloggia.

John Malkovich costretto a rinunciare alla suite di lusso che aveva prenotato perché senza green pass

Dal 7 gennaio 2022, per circa un mese, alcune location veneziane, sono state scelte per le riprese della serie tv “Ripley”. Un nuovo adattamento al celebre romanzo della scrittrice statunitense Patricia Highsmith, Il talento di Mr. Riplay (del 1955). Nel cast è presente anche il noto attore di Hollywood, rimasto senza la suite che aveva prenotato in uno dei più famosi alberghi della laguna.

La certificazione verde rafforzata, resa obbligatoria in Italia, ha portato l’Hotel Danieli a rifiutare il pernottamento del divo di Hollywood annullandone la prenotazione. Il protagonista di “The New Pope (2020)”, ha però deciso di non partire e di rimanere nella bellissima Venezia. Fortunatamente, la produzione è riuscita, in tempi brevi a sistemarlo in un’abitazione privata poco distante da piazza San Marco.

John Malkovich: nascita di una leggenda di Hollywood

Il direttore dell’hotel Danieli: “La nostra reception rispetta tutte le regole vigenti”

Ecco, le parole del direttore dell’hotel, Gianrico Esposito: “Non possiamo né confermare né smentire le notizie sui nostri ospiti o sulle loro prenotazioni. Quello che possiamo dire è che la nostra reception rispetta tutte le leggi vigenti, quindi, al momento del check-in controlliamo al validità del Super green pass di tutti gli ospiti prenotati. Se la certificazione non è in regola, non possiamo dar seguito alla prenotazione.” Da quanto riportato dal quotidiano veneziano fondato nel 1887 “il Gazzettino” questa mattina, John Malkovich avrebbe mostrato un Super Green Pass scaduto, risultando quindi non idoneo ai controlli anti-Covid.

Un alto numero di contagi sul set di “Ripley” rallenta le riprese

Gira voce inoltre, che siano più di 100 le assenze sul set di “Ripley”. La diffusione delle varianti, sta continuando a portare disagi in tutte le attività lavorative. I tempi previsti per la fine del progetto potrebbero prolungarsi a fronte dai troppi contagi. Le riprese della serie statunitense, sono iniziate con il contagio della protagonista, Dakota Fanning. Risultata positiva poco prima della sua partenza, ha dovuto posticipare il suo arrivo a Venezia. Come lei, anche molti altri, tra attori, produttori e assistenti, hanno dovuto fermare il loro lavoro sul set per aver riscontrato sintomi della variante Omicron.

Seguici sul nostro canale Telegram

toto quirinale 2022

Toto Quirinale, tutti i possibili candidati: chi ha davvero chance

Berlusconi quirinale

Quirinale, M5s dice no a Berlusconi: “Se resta il suo nome siamo pronti anche a quello…”, il gesto estremo