in

Josè Mourinho festeggia le 1000 panchine in carriera con la corsa post partita con il Sassuolo

Nove squadre, 22 stagioni,1000 panchine: José Mourinho ha festeggiato questo importante traguardo in carriera affrontando in casa il Sassuolo, alla guida della Roma. Nello scontro i giallorossi hanno portato a casa tre punti e il Mister con la sua corsa sotto la curva ha espresso la sua felicità sia per il risultato della partita che per il suo record. Dopo la partita Roma-Sassuolo, José Mourinho ha parlato di questo suo successo personale durante una lunga conferenza stampa. Vediamo insieme le sue parole.

 Josè Mourinho

Josè Mourinho festeggia le 1000 panchine in carriera

Josè Mourinho festeggia le 1000 panchine in carriera: il mister della Roma ha raggiunto un traguarda decisamente importante. La vittoria dei giallorossi contro il Sassuolo ha reso questo girono per lui indimenticabile. Dopo il match, come riportato da Sky Sport, Mourinho ha dichiarato: «Durante la settimana sono stato un bugiardo anche con me stesso, dicendo che non era una partita speciale, invece lo era. Un numero veramente speciale per me e lo ricorderò sempre fino all’ultimo giorno della mia vita, avevo una paura tremenda di ricordarmi per sempre di una sconfitta nel giorno della millesima panchina e ho mentito a tutti».

Poi Josè Mourinho ha aggiunto: «È stata una sensazione incredibile, anche perchè la partita poteva finire 6-6 o 7-7, oppure vincere loro come abbiamo vinto noi. Nel finale Rui Patricio ha fatto un paio di parate incredibili, noi abbiamo sbagliato un paio di gol a porta vuota, penso per un tifoso neutrale che sia stata una partita straordinaria. Oggi non mi sono sentito 58 anni, ma 10-14 e alla fine la mia è stata la corsa di un bambino. Mi sono scusato con Dionisi, faccio i complimenti a lui e ai suoi giocatori, abbiamo vinto noi ma se avessero vinto loro non ci sarebbe stato nulla da dire». 

ARTICOLO | Champions League 2021, calendario prima giornata della fase a gironi: tutti i match in programma

ARTICOLO | Napoli-Juve, la lite Allegri-Spalletti scatena i social: “Devono risolvere a C’è posta per te!”

 Josè Mourinho

Le condizioni della Roma dopo la pausa Nazionali

L’allenatore della Roma, Josè Mourinho, ha parlato anche delle condizioni fisiche di alcuni suoi giocatori dopo la pausa nazionali: «È stata una gara tremendamente difficile, dopo due settimane orribili. Abbiamo giocato con tre calciatori che hanno fatto novanta minuti in Nazionale. […] Mi sembra che questa Serie A è diversa rispetto a quella di dieci anni fa che avevo conosciuto. […] Oggi ci sono un paio di squadre di livello diverso, ma poi ce ne sono altre sette-otto con qualità e che giocano a calcio. Non c’è la mentalità della piccola che viene nello stadio grande ad aspettare. La Fiorentina e il Sassuolo vengono qui e giocano come hanno fatto. Complimenti ai miei ragazzi e alla connessione con i tifosi».

Parigi, fiamme vicino al Pont National: cittadini evacuati e traffico interrotto

Cappella Maggiore incendio pulmino

Sarmede, incendio sul pulmino degli studenti di Cappella Maggiore: paura il primo giorno di scuola