in

Ministro dell’Interno Lamorgese positiva al Covid: era presente al Consiglio dei ministri

Secondo un’anticipazione del quotidiano Il Tempo, la ministra degli Interni Luciana Lamorgese sarebbe positiva al Covid. Il risultato del tampone molecolare sarebbe arrivato proprio mentre la ministra prendeva parte al Consiglio dei ministri. Scoperta che avrebbe fatto sospendere immediatamente la riunione.

>> “Ecco perché il Covid sarà sconfitto”: la guida dell’immunologo Le Foche

luciana lamorgese

Lamorgese positiva al Covid

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, sarebbe risultata positiva al Covid-19. A riportarlo sono alcune agenzie di stampa citando Il Tempo, il quotidiano che ha anticipato la notizia. La ministra dell’Interno si è sottoposta proprio questa mattina al test Covid negli uffici del Viminale. Presumibilmente si è trattato di un tampone di controllo che viene effettuato regolarmente in alcuni uffici pubblici e ministeriali. Il fatto che sia un tampone di controllo giustificherebbe la presenza di Lamorgese alla riunione di Palazzo Chigi, che la titolare del Viminale ha lasciato in anticipo. Ora Lamorgese dovrà seguire le abituali procedure. Ancora nulla si è appreso sulle sue condizioni.

fase 3

Sospeso il Consiglio dei ministri

Probabilmente proprio a causa della positività di Lamorgese, il Consiglio dei ministri è stato sospeso dopo la prima mezz’ora. Secondo quanto comunica Adnkronos, la responsabile del Viminale avrebbe appreso di essere positiva leggendo proprio il pezzo pubblicato da Il Tempo. La positività di Lamorgese, inoltre, potrebbe avere conseguenze proprio sul resto degli esponenti del governo che oggi erano presenti al Consiglio dei Ministri. E’ possibile che alcuni di loro – se non tutti – dovranno infatti essere sottoposti alla quarantena obbligatoria in caso di contatto stretto con un positivo. >> Tutte le news 

libro le foche

“Ecco perché il Covid sarà sconfitto”: la guida dell’immunologo Le Foche

Natalia Titova ospite a Oggi è un altro giorno si confessa: «Una grandissima sofferenza»