in

L’Austria impone il Covid-test ai camionisti per superare il confine: coda di 40 Km al Brennero

L’Austria impone il Covid-test ai viaggiatori per superare il confine: traffico in tilt. In queste ultime ore l’Austria ha reso obbligatorio a tutti i camionisti un tampone anti Covid “negativo” non superiore alle 48 ore prima di superare la frontiera. Dopo queste nuove normative Covid, sull’autostrada del Brennero in direzione nord si sono formate code di mezzi pesanti per oltre 40 chilometri. Per i camionisti i disagi sono diversi. La maggior parte di essi sono legati alle basse temperature di questi giorni che sono arrivate a sfiorare anche i 10° sotto lo zero. Presa visione della situazione, per evitare ulteriori congestioni al traffico sono stati istituiti dei punti di filtraggio a Verona nord e ad Affi.

Leggi anche –> Solinas: “Certificato di negatività o di vaccinazione per le vacanze in Sardegna”

L’Austria impone il Covid-test ai camionisti in transito

L’Austria ha preteso il tampone anti Covid “negativo” non superiore alle 48 ore prima di superare la frontiera. Sulla A22 si è così formata una coda di Tir verso Bressanone di oltre 40 km. Come riportato da Tgcom24, per tutti i mezzi in transito la cui destinazione si trova in Germania oppure deve essere raggiunta attraverso la Germania, all’ingresso in Tirolo, non solo al Brennero, ma anche a passo Resia e al valico di San Candido-Prato alla Drava, serve un tampone negativo Pcr o antigenico effettuato nelle 48 ore precedenti. La Centrale di viabilità della Provincia di Bolzano ha fatto sapere che in assenza di un certificato, i veicoli saranno deviati verso l’A4 e l’A23 per poi entrare in Austria attraverso il valico di Tarvisio.

Come evitare un eventuale blocco della circolazione

Preso atto della situazione, il Presidente del Trentino, Maurizio Fugatti, come riportato da Tgcom24, ha parlato con il nuovo ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Enrico Giovannini. Fugatti ha richiesto un intervento straordinario del governo: «Questo blocco unilaterale rischia di avere ripercussioni notevoli, sia in termini economici che ambientali». Il ministro Giovannini ha detto che per ridurre al minimo i disagi verranno allestite nel breve tempo possibile diverse postazioni per effettuare i test. Inoltre, Autostrada del Brennero ha disposto un’azione di filtraggio alla stazione autostradale di Verona nord, in modo da evitare che i viaggiatori diretti in Austria, privi di certificati validi, restino bloccati al confine. >> Altre News

Seguici sul nostro canale Telegram

Covid bollettino oggi 15 febbraio 2021

Covid, il bollettino di oggi: 7.351 nuovi casi e 258 morti, salgono le intensive

speranza meloni

Impianti sciistici chiusi, Meloni contro Speranza: “Uno sfregio agli Italiani”, il ministero si difende