in

L’elegante ingresso dei croupier nel digitale

Se uno psicologo potesse osservare e descrivere i giocatori che affollano i casinò, gli appassionati di slot machine sarebbero sicuramente definiti come gli amanti del silenzio, che scelgono con calma la macchina che li convince di più, sedendocisi poi di fronte. Altra categoria sono invece gli avventori dei tavoli: una clientela raffinata e sicura delle proprie abilità, che non vede l’ora di dimostrarlo agli altri concorrenti con cui si misura in una sfida all’ultima carta. Che si tratti di poker, blackjack, baccarat o dell’adrenalinica roulette, tutti questi giochi richiedono sangue freddo e un viso che non tradisca le emozioni. C’è chi ritiene che l’ingresso della tecnologia nei casinò abbia eliminato per sempre queste dinamiche, ma piattaforme celebrate dalle recensioni come 20Bet dimostrano in realtà il contrario.

Agli albori della rete, la tendenza delle sale che si volevano convertire alla modalità online era quella di digitalizzare tutto, sfruttando a questo proposito la grafica avanzata che veniva utilizzata già per i giochi al computer o su dispositivi come la PlayStation. Per le slot machine si è trattato di un passaggio non solo indolore, ma anche dal grande successo di pubblico. I rulli e le leve erano stati infatti sostituiti da pulsanti e da scenografie avvincenti che pensionavano per sempre le musiche metalliche della modalità analogica con colonne sonore immersive. La scelta stessa della slot giusta non avveniva più camminando lungo un corridoio o nella selezione limitata del retro di un bar, ma da un comodo menu digitale con migliaia di software diversi.

Le cose si facevano più complicate al momento di dover decidere come trasportare i tavoli da blackjack o le roulette nel digitale, senza con questo rischiare di deludere le aspettative degli utenti. La scelta iniziale di digitalizzare tutto, facendo competere con un croupier invisibile e gestito dal computer, si rivelò deludente e non riuscì a catturare l’interesse della clientela più raffinata. Gli assidui frequentatori dei casinò, soprattutto i giocatori esperti che amano il confronto diretto con gli altri, non potevano infatti trovarsi a proprio agio a gareggiare con una macchina senza anima.

La soluzione emersa negli ultimi anni ha decretato il boom delle sale online, che sono ormai diventate un complemento irrinunciabile a quelle tradizionali. I croupier dei nuovi tavoli digitali sono infatti gli stessi di quelli tradizionali, collegati in streaming con giocatori di tutto il mondo. In questo modo, chi è alla ricerca di emozioni le troverà intatte e con l’aggiunta della comodità di non doversi nemmeno muovere da casa.

Seguici sul nostro canale Telegram

contagi covid italia

Crescita dei contagi in Italia, Battiston: «Omicron non c’entra, il picco è ancora lontano»

Covid bollettino 22 dicembre 2021

Covid oggi 36.293 casi e 146 morti, inversione di tendenza per le terapie intensive