in

Maddie McCann è morta, la magistratura tedesca avvisa la famiglia ma tace sulle prove

In questi giorni si è tornato a parlare del caso di Maddie McCann, la bambina scomparsa nel 2007 in Portogallo. Sono emerse nuove scioccanti rivelazioni. Secondo l’ipotesi della polizia tedesca, infatti, il pedofilo avrebbe abusato di lei e, la sera stessa del rapimento, le avrebbe tolto la vita. Le possibilità che la bambina fosse ancora in vita erano pressoché nulle, ma oggi è arrivata la conferma: Maddie è morta. La procura tedesca di Braunschweig ha avvisato la famiglia, ma al momento ha deciso di non rivelare le prove a riguardo.

Leggi anche –> Maddie McCann news a Chi l’ha visto? stuprata e uccisa, la terribile ipotesi: si cerca il cadavere

maddie mccann morta

La svolta nel caso di Maddie McCann

Solo due giorni fa il procuratore Hans Wolters, che indaga sul caso della bambina scomparsa a Praia de Luz in Portogallo nel 2007, aveva fatto un passo indietro su quanto dichiarato inizialmente: la piccola poteva essere ancora viva dopo 13 anni non essendoci le “prove”, tra cui anche il cadavere, in grado di dimostrare il contrario. Nonostante quest’affermazione oggi la procura tedesca non ha dubbi: Maddie McCann è morta. Lo riporta il Daily Mail affermando che la famiglia è stata contattata per la triste notizia.

maddie mccann morta

Le indagini

Sembra definitivo, nessuna piccola speranza, anche se gli inquirenti si sono rifiutati di rivelare agli ufficiali o alla polizia di Scotland Yard in Portogallo ciò che hanno scoperto. Il motivo è che qualsiasi ulteriore informazione potrebbe mettere a repentaglio l’inchiesta sul sospettato Christian Brueckner. Wolters in un’intervista al Mirror ha affermato: “Abbiamo ristabilito i contatti con la famiglia McCann per iscritto. Ovviamente, consideriamo che sarà molto difficile per la famiglia sapere che consideriamo Madeline morta, ma non possiamo dire perché. E’ più importante inchiodare il colpevole piuttosto che mettere le nostre carte sul tavolo spiegando loro perché pensiamo lo sia”.

Già nel 2013 infatti la polizia tedesca aveva fatto l’errore di comunicare al 43enne le indagini in corso su di lui, dandogli così probabilmente il tempo e l’occasione di fare sparire le prove sul proprio conto. Secondo gli inquirenti, è stato Brueckner, avvertito da un complice che lavorava nel villaggio turistico dove la famiglia McCann stava trascorrendo le vacanze, a prendere Maddie la sera del 3 maggio 2007 lasciata da sola con i fratelli più piccoli nell’appartamento. Potrebbe interessarti anche —> Maddie McCann news: pedofilo sospettato descrive la sua (presunta) atroce morte

Stasera in Tv oggi 16 giugno

Stasera in Tv oggi 16 giugno: dalla serie “Nero a metà” al film “Cado dalle nubi”

Checco Zalone

Checco Zalone disavventura in treno: «Mi sono ritrovato in un vagone deserto con una faccia da tagliagole»